A richiesta di tutti i fedeli, l’Ave Maria di Casa Santa dell’Ora Santa a tutte le ore notte e giorno per tutte le sofferenze e dolori dell’umanità.

IMG_0327
AVE MARIA!
DIMORA DI DIO, FRUTTO DI GRAZIA DELL’ANIMA MIA,
NELL’ORA DEL MIO RITORNO, VIENIMI A PRENDERE, MADRE MIA!
SANTA MARIA,
MADRE DI DIO E MADRE MIA, SPOSA DEL SIGNORE,
TU CHE SEI PIENA DI GRAZIE, PREGA PER ME CHE SONO PECCATORA,
FINO ALL’ORA DEL MIO RITORNO
E COSI’ SIA.

Presentazione

 

Mamma Lucia la Stella che brilla sul Gargano e splende radiosa nei Cuori dei Figli di tutta l’umanità.

IMG_0327 Pace a tutti voi cari fratelli e sorelle di tutto il mondo, di tutte le religioni, di tutti i colori, di tutti i ceti, grandi e piccini, figli di Dio, siamo qui tutti uniti in un solo cuore per glorificare e rendere grazie al nostro Padre Celeste per il Dono immenso ed infinito che ha donato a questa umanità. Continua

Maria Lamacchia di Matera

In Ricorrenza del giorno 24 – 09 – 2020 : Maria Santissima delle Mercede . Dio Padre ha mandato la Sua Santissima Creatura tanto Amata al Suo Sacratissimo Cuore sulla terra, la Nostra Cara Mamma Luce, che da piccola Bambina si è abbracciata tutti i lavori per portare un pezzo di pane ai poveri più poveri di Lei. Aveva sempre il Suo Signore che La sosteneva e la Preghiera sulle Labbra, Ringraziava al Padre Suo dopo aver terminato tutti i Suoi lavori. Mamma per questo Santo giorno Ti Lodiamo e Glorifichiamo, Tienici aperti i nostri miseri cuori, che abbiano sempre presente tutti i Tuoi Santi Sacrifici e i Tuoi Santi Insegnamenti. Ti Ringraziamo Nostro Caro Padre Celeste di averci donato sulla terra la Nostra Cara Mamma Bene di Dio, Padre e Mamma con il Vostro Santo Spirito Ristorate tutte le creature che non hanno niente da mangiare. Mamma , Stella che Brilli sul Gargano, in questo Santo Giorno il nostro pensiero è rivolto a Te. Baci Abbracci al Nostro Caro Padre Creatore del Cielo e della Terra, alla Nostra Cara Mamma la Rosa del Paradiso, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa, dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

Testimonianza di Claudia Cassano di Lecce

Pace a tutti fratelli e sorelle, sono Claudia Cassano e faccio parte del gruppo di preghiera di Lecce. Sentivo tanto parlare di Mamma Lucia ma per me era un periodo difficile e buio, quasi non credevo più a niente. La Grandezza di Mamma l’ho conosciuta in ospedale ad Ancona nel lontano 1988, mentre ero con il mio piccolino, si è presentata da infermiera, dove mi ha coperta, protetta accarezzata, tirato su il morale poiché ero a pezzi e poi è sparita. Era in Spirito e chi ha conosciuto Mamma, sa bene che Lei è dappertutto pronta a proteggere chi ne ha bisogno. Grazie Dio Padre che mi hai dato la possibilità di varcare i Santi Cancelli di Casa Santa ed incontrarLa. Questa è stata per me la mia prima Grazia ricevuta: abbracciare Maria che mi ha fatta Rinascere a Nuova Vita. È inspiegabile cosa si prova ma, oggi lo dico con tanta umiltà, credo che ogni figlio, anche il più lontano dal cuore di Dio non può fare a meno di inginocchiarsi di fronte a tanta Grandezza. Dalla prima volta non ho mai più abbandonato Questo Santissimo Cammino Spirituale o, per meglio dire, Mamma non ha mai abbandonato me, così come non abbandona nessun figlio, neanche quelli che non hanno avuto la grande gioia di conoscerLa, poiché, nel Suo Cuore, siamo tutti Suoi figli. Mamma viene ancora umiliata, derisa, calunniata ma, Lei, in silenzio, continua ad Amare tutti allo stesso modo e a dispensare Grazie strappandole al Padre. Personalmente ne ho ricevute tante di Grazie e vi racconto di quella ricevuta il 20-6-2020. Avevo il Santo Diario di Mamma appoggiato come sempre sul mio comodino nella mia camera e, dato che in casa siamo solo in due, io e il figlio che il Padre e la Mamma mi hanno donato da custodire, nessuno poteva toccarlo dal posto dove lo metto sempre, ma quella mattina, volgendo lo sguardo, notai che il Santo Diario era stato spostato e messo in piedi appoggiato alla statuetta di S.Rita sul comò. Rimasi un po’ così… ma, conoscendo Mamma, guardai il Suo quadro che avevo di fronte e dissi: “Sarà un Tuo segno? Mamma cosa mi vuoi dire? ” E’ sì che era un segno!” Infatti, entrato in casa mio figlio, chiesi subito se avesse spostato lui il Santo Diario della Mamma dal mio comodino sul comò. Dopo avermi detto di non essere stato assolutamente lui, mi disse di non sentirsi bene. Notai che sudava, tremava, e dopo essersi ripreso un po’ , mi disse che andava dal medico per farsi controllare, intanto il mio pensiero corse subito alla Mamma e mi misi a pregare e ad invocarLa. Vero, avrei dovuto chiamare subito Casa Santa, invece ad alta voce, rivolgendomi alla foto della Mamma dissi: “ Mamma non chiamo, non voglio tenere la linea occupata, magari altre creature hanno più bisogno, Mammina pensaci Tu”. Così continuai ad invocarLa e a pregare, ma dentro di me sentivo una Voce che mi sussurrava dicendomi: “Chiama, chiama”, per due volte. Intanto mio figlio tornò a casa e mi disse che avrebbe dovuto seguire una terapia e in seguito sottoporsi ad un’incisione in ospedale. Si mise a letto, stava male, peggiorava sempre più, e mentre io pregavo supplicando il Pronto Soccorso della Mamma, ecco ancora quella Voce: “chiama”. Destatomi dallo stupore di Quella Voce, corsi a telefono e Chiamai Casa Santa e alla sorella di Santità che mi rispose raccontai tutto, dicendole il motivo per cui evitavo di chiamare e chiedendo una piccola preghiera per mio figlio, e lei con la sua dolcezza, mi rispose con tono amorevole: “Tranquilla sorella, tranquilla, lo metteremo nelle nostre preghiere”. Ringraziai per la bellissima risposta ricevuta e chiusi. In quel momento dalla camera di mio figlio sentii dei rumori, entrai e qui mi ritrovai dinanzi alla Grandezza di Mamma. Chiesi a mio figlio che si era alzato dal letto come si sentisse, e lui: “ Bene! Strano ma, non mi sento niente più!” Mi avvicinai al letto, guardai e…sul lenzuolo dov’era poggiato, vidi del sangue misto a pus. (Quello che non ho detto ancora è che aveva un ascesso perianale). Credetemi, neanche per un attimo mi sono scoraggiata, sentivo forte la Presenza di Mamma accanto a me e, alzando gli occhi al Cielo dissi: “Che Grandezza Sei Mamma!”  Mio figlio stupefatto mi chiese cosa fosse accaduto e, ancora incredulo che gli era passato ogni sintomo, gli feci vedere sul letto il male che lo stava affliggendo. Lui non credendo ai suoi occhi, rimase estasiato in un meditato silenzio. Stava proprio bene, tanto che destatosi dalla meraviglia di ciò che era successo corse dal medico, che, ben conoscendo il mio Cammino Spirituale, gli disse: “Ma che Santo hai in Paradiso?” e insieme gioirono per l’immediata guarigione. Il giorno dopo chiamai a Casa Santa, mi ritrovai a parlare con la sorella di Santità del giorno prima e le raccontai tutto, ed insieme gioimmo per l’Amore infinito della nostra Mamma che non smetterò mai di ringraziarLa per tutta l’Eternità. Ecco fratelli e sorelle che ancora non avete conosciuto Mamma e restate scettici, questo è il Suo Grande Amore. Lei non chiede altro che di proteggerci, di amarci, di ristorarci e curare le nostre ferite. Lei è la nostra medicina, il nostro primario e alle Sue suppliche Dio Padre non sa dire di no. Se fosse stato svelato il terzo segreto di Fatima, la venuta di Maria sulla terra, l’Apparizione a Sesto S. Giovanni, forse oggi il mondo non sarebbe sopraffatto da tanto dolore. Ma ancora Mamma ci chiama, Lei è l’Unica che può portarci alla Salvezza, amiamoLa, invochiamoLa, Lei è Colei che E’ e Sarà sempre, Lei è la Donna Vestita di Sole, la Stella che brilla alta sul Gargano. A Casa Santa troviamo la Fonte delle Grazie riposta da Dio Padre nelle Sante Mani di Mamma Lucia, troviamo il Signore, la Luce, la Pace, l’Amore della Madre e per chi non può arrivare basta invocarLa, siamo i fiori del Suo meraviglioso Giardino. Solo Lei ci dona il Vero Amore. Grazie Signore! Un forte abbraccio va a tutti i figli di Santità. Grazie a Te Dio Padre, grazie Mamma, Regina e Consolatrice di ogni cuore, dai Tuoi figli Davide e Claudia❤🌹🙏

Giuseppina Alletto di Roma

Cara Mamma, oggi 15 settembre è la Santa Ricorrenza di Maria Santissima Addolorata. Si stringe il cuore al pensiero di quanti dolori Ti abbiamo dato e continuiamo a darTi, ma Ti prego, Mamma Cara, stendi la Tua Santa Mantella di Amore Luce e Pace su tutti i bambini e tutti i ragazzi piccoli e grandi che trepidanti in questi giorni tornano a scuola. C’è tanta paura, tante incertezze, ma la gioventù non ha nessuna responsabilità delle gravi situazioni in cui ci troviamo, siamo noi adulti responsabili di tanti guai chi più chi meno. Gli studenti metteranno certo tutta la loro buona volontà, ma ci vuole un Grandissimo Miracolo d’Amore e questo solo Tu, Cara Mamma Nostra, Potente e Onnipotente, lo puoi donare. Proteggici tutti dai più piccoli, e a seconda la Tua Santa Divina Carità, anche a noi adulti da ogni male e da ogni trappola velenosa che abbiamo stoltamente disseminato sul nostro cammino in questa terra, anche se non ce lo meritamo. Accetta, Mamma del Cielo, Dono Prezioso e Generosissimo di Dio Padre, anche questa mia umile preghiera. Lode e Gloria alla Mamma e al Signor Padre in Cielo e in terra. Grazie di vero cuore ai fratelli e sorelle di Casa Santa per le loro preghiere. Pace a tutti. Giuseppina Alletto di Roma.

Giovanni Vitulano da Molfetta (Bari)

11 Marzo 1970.. Mio Signore grazie che non hai ancora assunto in Cielo la Tua Santa Gerusalemme sul Gargano, pur soffrendo il tempo di questa grande tribolazione con la terra avvolta dal male e dalle tenebre, non ci hai privato ancora dell’eredità della Nostra Mamma Lucia.
Se mai dovessi raccogliere la Tua Dimora e Coloro che hai trovato degni di abitarla nella Santità e portarla lassù nei Cieli, che ne sarà di noi?…
Mamma Tu che Sei Tutta di Dio e Dio è Tutto di Te intercedi per noi, se ci viene tolta la Lampada ad Olio sul Gargano niente resterà di noi peccatori su questa terra. Grazie Mamma, che pur stando ora Lassù presso il Padre, sul Tuo Trono Celeste nei Regni dei Cieli, continui ad Essere Sempre Presente in mezzo a noi, nella Tua Santa Dimora di Dio, Casa Santa, pronta a correre in soccorso ad ogni figlio Tuo di tutto il mondo intero.
Pace a tutti Giovanni da Molfetta.

Gruppo di preghiera del Lazio e Abruzzo

Cara Mamma Nostra ci stringiamo al Tuo Dolcissimo Cuore e a Quello Misericordioso del Caro Gesù in queste 2 Sante Ricorrenze del 14 settembre, dedicato all’ Esaltazione della Santa Croce, e il 15 settembre, dedicato a Te Cara Mamma Nostra Maria Santissima Addolorata. Sono Ricorrenze che rievocano quei tragici giorni di più di 2000 anni fa , di cui però tutte le generazioni che si sono succedute, compresa la nostra, possiamo sentirci tutti responsabili. Cara Mamma, Caro Gesù , la storia si ripete, i nostri cuori sono sempre più duri, anzi ci siamo fatti ancora più presuntuosi in nome di un progresso che piano piano, se non cambiamo nel profondo dei nostri cuori, ci sta distruggendo. Andiamo avanti fieri delle nostre vanita’ e superficialità che ci hanno allontanato dal Vostro Cuore Dolcissimo e purtroppo ci siamo allontanati anche dalla preghiera, non c’è tempo diciamo per quel filo d’Amore che ci unisce a Maria, Mamma Nostra. Ora i risultati si vedono, tutti i mali continuano ad uscire fuori e sono diventati insormontabili per le sole forze umane. Così, come nel passato piu’ recente sono state disconosciute e disattese ai tempi debiti le 2 Grandi Apparizioni di Lourdes e di Fatima, tranne poi a riconoscerLe con gravissimo ritardo e conseguenze disastrose per tutti i popoli della terra, così in questi ultimi tempi recenti gravissimo errore di Valutazione e gravissimo ritardo c’è stato e continua ad esserci con la Terza ed Ultima Apparizione di Maria Santissima, tornata sulla terra col Santo Nome di Maria Lucia, cioè l’Apparizione di Sesto San Giovanni (Mi) l’11 marzo 1970. La Madonnina ormai più di 50 anni fa ci aveva avvisato di tutto ciò che sarebbe avvenuto se l’umanità si fosse allontanata da Maria , dal Buon Padre Dio e da Gesù e non fosse tornata alla preghiera, avvisandoci che da soli non avremo potuto fare fronte a tanti mali. Per questi motivi Maria Santissima è ritornata tra noi col Santo Nome di Maria Lucia, per fare Luce in questi tempi di buio. La Mamma del Cielo aspetta tutti i Suoi figli nella Sua Santa Dimora, fratelli e sorelle chiunque legge non deludiamo la Nostra Mamma, Lei è Solo Amore, ci vuole salvare tutti, tutti Le apparteniamo, non diamoLe altri dolori, lontani da Dio Madre e Dio Padre viviamo momenti di grandissime incognite e tante variabili da brivido, la stessa riapertura delle scuole ci fa stare tutti col cuore sospeso. Affidiamoci con la Santa Preghiera alla Mamma e al Padre supplichiamoLi di avere pietà di tutti noi. Vogliamoci bene gli uni gli altri, come la Mamma del Cielo ci ha insegnato, tutti uniti nella stessa preghiera per allontanare qualunque male, qualunque malvagità e tutte le cose brutte che ci circondano. Mamma, Gesù perdonateci per i grandi dolori che Vi diamo, ma solo Voi ci potete salvare , se vedete quel briciolo di buona volontà e quel gesto di slancio d’Amore come Voi desiderate dai Vostri figli. Un grazie di cuore ai fratelli e sorelle di Casa Santa per le loro preghiere. Gloria alla Mamma , al Signor Padre e a Gesù. Pace a tutti, Gruppo di preghiera del Lazio e Abruzzo.

Maria Lamacchia di Matera

Pace Fratelli e Sorelle di tutta l’umanità, il giorno 15 – 09 -2020 è: Maria Santissima Addolorata. Per questo Santo giorno, facciamo la Remissione e la Confessione dei peccati e un grande Pentimento. Mettiamo in pratica tutti i Santissimi Insegnamenti della Nostra Cara Mamma Luce che per 45 anni ci ha Insegnato alla Scuola dello Spirito. La Nostra Dolcissima Mamma ci ha messo nelle nostre mani il Santissimo Diario, il Santissimo Diario si è tutto compiuto di tutto quello che sta succedendo, a causa dei nostri peccati, del mondo intero. Perchè non abbiamo creduto alla venuta di Maria sulla terra, alla Buona Novella dell’Apparizione dell’11 Marzo 1970 alle ore 10:20 a Sesto San Giovanni (MI). In questo Santo giorno facciamo una Catena d’Amore apriamo i nostri cuori alla Fede e chiediamo Perdono al Nostro Padre Dio e alla Nostra Cara Mamma Dono di Dio, Loro hanno Fondato la Dimora di Dio (Casa Santa), la Nuova Gerusalemme. Lì, il Nostro Caro Padre Celeste e la Nostra Cara Mamma dell’Amore aspettano tutti i figli per Abbracciarli al Loro Cuore Immacolato. In questi ultimi tempi dolorosi che stiamo attraversando, siamo forti nella Fede e nella Preghiera e ricorriamo al Loro Immenso Amore Protettivo. Padre e Mamma per questo Santo giorno Raccogliete tutti i dolori di tutto il mondo intero, Teneteci stretti sotto il Vostro Santo Manto. Baci Abbracci al Nostro Caro Padre Celeste, alla Nostra Cara Mamma la Raccoglitrice di tutti i dolori dei figli dell’umanità intera, a tutti i fratelli e Sorelle di Casa Santa, dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.