PER TUTTI I FRATELLI E SORELLE DEL MONDO

PER TUTTI I POPOLI DI TUTTA LA TERRA INTERA!

PER CHI CREDE E CHI NON CREDE, PER CHI ACCETTA E CHI NON ACCETTA. PER CHI AMMETTE E CHI NON AMMETTE, FRATELLI E SORELLE DI TUTTO IL MONDO, QUELLO CHE STIAMO VIVENDO IN QUESTI GIORNI IN ITALIA, IN EUROPA E IN TUTTO IL MONDO, NON È ACCADUTO ALL’IMPROVVISO O PER CASO, MA STIAMO VIVENDO TUTTE LE PAROLE DELL’APPARIZIONE DI SESTO SAN GIOVANNI – 11 MARZO 1970.
PER 50 ANNI MAMMA LUCIA (LA MADONNA NELL’APPARIZIONE L’HA CHIAMATA “LA MIA SORELLA”) CI HA AVVISATO DI TUTTO QUESTO, POICHÉ LA MADONNA NON HA PORTATO SEGRETI, OGNI VOLTA CHE LEI È APPARSA, SIA A LOURDES CHE A FATIMA, È VENUTA PER SALVARE I SUOI FIGLI E TUTTO HA SVELATO.
IN QUESTE SETTIMANE STIAMO VIVENDO LE PAROLE DEL SANTO DIARIO:
“SARANNO TANTO TRISTI I GIORNI E LE NOTTI CHE VERRANNO” STIAMO VIVENDO LE PAROLE DELLA MADONNA CHE DISSE ALLE SEI DONNE NELL’ULTIMA APPARIZIONE DEL ‘70:
“VE NE PREGO, GRIDATE, VERRÀ FUORI UN GERME, CHE ANCORA NON ESISTE PER NIENTE, USCIRÀ DAL CUORE DELLA VITA DELL’UOMO, SARÀ CONTAGIOSO E DISTRUGGERÀ PARTE DELL’UMANITÀ!………E LE NAZIONI NON SI POTRANNO AIUTARE L’UNA CON L’ALTRA.”
ORA CHE LE TENEBRE COPRONO LE NAZIONI, FRATELLI E SORELLE, NON È PIÙ TEMPO DI SALTARE E CANTARE, ORA È IL TEMPO DI BATTERSI IL PETTO E DIRE “È MIA LA COLPA, È MIA LA COLPA, È MIA LA GRANDISSIMA COLPA” POICHÉ NON ABBIAMO CREDUTO ALLA VENUTA DI MARIA IN TERRA, PREANNUNCIATO ANCHE DA LUCIA DI FATIMA:
“LA MADONNA MI HA DETTO CHE CI OFFRE CON TREMORE L’ULTIMA ÀNCORA DI SALVEZZA: LA SS. VERGINE IN PERSONA!”
E COSÌ, MENTRE PER IL CIELO L’11 MARZO 2020 SI È APERTO IL GRANDE GIUBILEO DI MARIA, PER LA TERRA È STATA PROCLAMATA LA PANDEMIA.
IL SIGNORE PER TEMPO HA AVVISATO TUTTI I PAESI, È ANDATO A RACCOGLIERSI TUTTI I FIGLI DISPERSI, DICENDO: “PREPARATEVI, PREPARATEVI A QUESTO GIORNO!” POICHÉ SOLO DIO È PADRONE DEI SUOI SCOPI E SOLO LUI CONOSCE LE SUE FINALITÀ.
ORA UNA COSA SOLA CI RIMANE, QUELLA DI SUPPLICARE DIO DI AVERE PIETÀ, POICHÉ NON ABBIAMO CREDUTO ALLA VERITÀ E QUANDO CI CREDEREMO SARÀ TROPPO TARDI.
DOVUNQUE CI TROVIAMO PREGHIAMO, UNIAMOCI ALLA FONTE DELLA PREGHIERA CONTINUA DI SUPPLICHE DI CASA SANTA. PREGHIAMO A DIO DI AVERE PIETÀ DI NOI E DI TUTTA L’UMANITÀ.
ANCHE SE IN QUESTI TEMPI, I GRUPPI DI PREGHIERA NON SI POSSONO FARE, PREGHIAMO IN CASA, CON I NOSTRI CARI, POICHÉ IL SIGNORE DOVE TROVERÀ LA FIAMMA ARDENTE DELLA PREGHIERA VERSO MARIA USERÀ MISERICORDIA.
SUPPLICHIAMO MARIA, LA NOSTRA SOCCORRITRICE, PREGHIAMO I SANTI PROTETTORI DEI NOSTRI PAESI, MESSI DA DIO A INTERCEDERE PER NOI, PER LE NOSTRE CITTÀ.
NELLE NOSTRE CITTÀ E PAESI, NELLA NOSTRA ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO, CAMMINANO MANO A MANO AMAREZZA E DISPERAZIONE, AD OGNI VIA TROVIAMO ANGOSCIA E DESOLAZIONE, MA RIMANIAMO SALDI NELLA FEDE VERSO MARIA. QUESTI SONO I TEMPI DELLA TRIBOLAZIONE, NON ACCUSIAMO DIO E NON DIAMO LA COLPA A DIO, POICHÉ LA COLPA È NOSTRA, DEL NOSTRO PECCATO.
PREGHIAMO, PREGHIAMO E PREGHIAMO, NELLA SUPPLICA ARDENTE IMPLORIAMO DIO, LA SUA SANTA DIVINA PIETÀ E IL SUO SANTO PERDONO, PER AMORE DI MARIA, SULL’ITALIA, SULL’EUROPA E SU TUTTA L’UMANITÀ.
QUESTO È PER TUTTI I CETI, TUTTE LE ETÀ, TUTTE LE ETNIE E TUTTE LE RELIGIONI.
OGNUNO NEL SUO CREDO INVOCHIAMO IL CREATORE, IL SIGNORE, DIO DEI NOSTRI PADRI, PERCHÈ IN QUALUNQUE LINGUA O CREDO LO INVOCHIAMO, DIO È UNO, UN SOLO PADRE PER TUTTA L’UMANITÀ E ASPETTA SEMPRE CHE SUO FIGLIO, L’UOMO, LO CHIAMI: “PADRE MIO!”
IL NOSTRO PADRE-DIO È COLUI CHE SULLA TERRA HA MANDATO LA SUA CREATURA MAMMA LUCIA, LA MAMMA DELL’AMORE!

A richiesta di tutti i fedeli, l’Ave Maria di Casa Santa dell’Ora Santa a tutte le ore notte e giorno per tutte le sofferenze e dolori dell’umanità.

IMG_0327
AVE MARIA!
DIMORA DI DIO, FRUTTO DI GRAZIA DELL’ANIMA MIA,
NELL’ORA DEL MIO RITORNO, VIENIMI A PRENDERE, MADRE MIA!
SANTA MARIA,
MADRE DI DIO E MADRE MIA, SPOSA DEL SIGNORE,
TU CHE SEI PIENA DI GRAZIE, PREGA PER ME CHE SONO PECCATORA,
FINO ALL’ORA DEL MIO RITORNO
E COSI’ SIA.

Presentazione

 

Mamma Lucia la Stella che brilla sul Gargano e splende radiosa nei Cuori dei Figli di tutta l’umanità.

IMG_0327 Pace a tutti voi cari fratelli e sorelle di tutto il mondo, di tutte le religioni, di tutti i colori, di tutti i ceti, grandi e piccini, figli di Dio, siamo qui tutti uniti in un solo cuore per glorificare e rendere grazie al nostro Padre Celeste per il Dono immenso ed infinito che ha donato a questa umanità. Continua

Maria Lamacchia di Matera

Alla Gloria di Dio, il giorno 25 – 03 – 2020 è la Ricorrenza dell’Annunciazione alla Beata Vergine Maria. L’Angelo Gabriele si presento a Maria e Le diede l’Annuncio che sarebbe stata Madre di Dio, “Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù”. Il Padre a Maria Lucia L’ha ricoperta con la Sua Luce Divina e con la Sua Grazia. Ti Lodiamo e Ti Glorifichiamo Nostro Caro Padre Dio per questo Santo giorno di Grazie e di Luce per averci mandato sulla terra la Tua Dolcissima Sposa e Mamma, La Stella che Brilla sul Gargano. Padre Celeste ricopri tutta L’umanità con la Tua Santa Luce e la Tua Santa Grazia, ricorriamo tutta l’umanità a questa Grande Verità: a Mamma, Dono di Dio. Alla Nostra Cara Mamma dell’Amore il nostro pensiero è Rivolto a Te. Baci Abbracci al Nostro Caro Padre Dio, alla Nostra Cara Mamma la Rosa del Paradiso, a tutti i Fratelli e Sorelle che vivono nel Cammino della Santità. Alla Nostra Cara Mamma la Creatura tanto Amata dal Cuore di Dio, Rivolgiamo i nostri più cari auguri, dai Tuoi figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

———————————————–

Pace Fratelli e Sorelle di tutto il mondo intero il giorno 26 – 03 -2020 è San Emanuele ” Dio con noi “. Per questo Santo giorno prepariamo il nostro Spirito con la preghiera dell’Anima, apriamo i nostri cuori al Nostro Caro Gesù. Ti Ringraziamo Nostro Caro Padre Celeste e Ti Ringraziamo Nostra Cara Mamma Luce, con il Dono dello Spirito Santo Ci Avete Donato il Vostro Divino Figlio Gesù sulla terra, per riscattare l’uomo dalla morte del peccato e per condurlo sulla Vera Via che porta a Dio Padre Creatore e alla Nostra Cara Mamma la Perla Preziosa del Paradiso. Al Nostro Caro Gesù, il Nostro Pensiero è Rivolto a Te, Baci Abbracci al Nostro Caro Padre Celeste, alla Nostra Cara Mamma la Silenziosa del Gargano, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa. Al Nostro Caro Gesù Rivolgiamo i nostri più cari auguri, dai Tuoi figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

———————————————–

In Ricorrenza del giorno 29 – 03 – 2020: Il giorno del Signore. Al Nostro Caro Gesù in questo Santo giorno il nostro pensiero è Rivolto a Te Gesù. Baci Abbracci al Nostro Caro Gesù, al Nostro Caro Padre Dio, alla Nostra Cara Mamma la Stella che Brilla sul Gargano, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa. Al Nostro Caro Gesù con tanto Amore Rivolgiamo dal profondo dei nostri cuori i nostri più cari auguri, dai Tuoi figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

Testimonianza di Salvatore Bellusci di Desio (Monza Brianza)

Pace a tutti fratelli e sorelle, volevo condividere con voi un periodo molto difficile, vissuto tempo fa, persi il lavoro dopo 15 anni e contemporaneamente si ammalò gravemente la custode della mia compagna, le condizioni economiche della famiglia erano critiche e tutto influiva a creare un ambiente carico di tensione, nervosismo e preoccupazione. Avevo perso la speranza e mi affidavo alla Mamma, era molto duro mantenere la famiglia con 3 bambini, Maria era appena nata e la mia compagna costretta a rientrare al lavoro, esaurita la maternità, nel tempo libero accudiva i suoi custodi. Quando mi soffermavo a meditare sugli avvenimenti, mi sembrava che fosse tutto organizzato, se non avessi perso il lavoro non potevo essere presente a casa per accudire la piccola Maria, mentre la mia compagna rientrata a lavoro, non avrebbe potuto seguire la custode ricoverata in ospedale. Fui ricevuto da Mamma, mi disse:“Figlio mio non ti preoccupare che ci pensa Mamma tua”, nonostante nella Casetta delle Grazie non raccontai nulla, ebbi la prova: Mamma vede e intende ogni cosa. Ritornato dal Santo Pellegrinaggio, venni chiamato dalla società municipalizzata per un colloquio, era il 2 gennaio 2006, sostenni le visite e venni assunto come operatore ecologico, tuttora lavoro in questa azienda. In quel periodo la custode della mia compagna tornò al Padre, vedevamo la sofferenza e il dolore causati dalla malattia, sentire la Presenza della Mamma vicino a noi, ci aiutò nei momenti tristi del suo ritorno. Nella vita della nostra famiglia ritornò la serenità, con la consapevolezza del soccorso e dell’aiuto ricevuto dalla nostra Mamma, sappiamo che non ci abbandona mai, sempre Presente nella vita di ogni figlio. Se non avessimo conosciuto Mamma, sarebbe stato molto difficile vivere quel periodo buio della mia vita, ma con la forza e l’aiuto di Mamma, sempre pronta a soccorrere i figli, le difficoltà del nostro cammino vengono vissute e passate con la forza donata da Mamma.
Gloria alla nostra MAMMA.

Testimonianza di Rosa Raffaele di Desio (Monza Brianza)

Pace a tutti fratelli e sorelle, avrei tante Grazie ricevute da Mamma da raccontare, tutti i giorni, tutte le ore, tutti i minuti sentiamo la Presenza della Mamma vicino a noi, sempre pronta a soccorrere i figli in ogni momento. Vorrei condividere con la mia famiglia, una Grazia in particolare che mi ha colpito profondamente e mi ha fatto capire ancora di più, chi è veramente Mamma. Erano i primi anni che conoscevo Mamma, pian piano comprendevo la Sua Grandezza e la Sua Onnipotenza, fui ricevuta da Lei, entrai nella Casetta delle Grazie con il mio compagno e con le mie creature, Giuseppe ed Ersilia, la piccola Maria non era ancora nata. La settimana prima di partire, portai Giuseppe dal pediatra per una visita di controllo, per verificarne la crescita. La dottoressa visitò Giuseppe e mi disse: ”Signora, il bambino ha bisogno di una visita ortopedica, ha i piedini piatti. Mi fece l’impegnativa urgente per velocizzare la visita, perché secondo lei dovevamo intervenire con celerità per correggere il problema con scarpette correttive create su misura, visto che era nell’età della crescita. Uscimmo dallo studio del dottore molto preoccupati e pensai: “Quando torniamo da Mamma penseremo che fare”. Quando entrai nella Casetta delle Grazie, non mi ricordai di chiedere a Mamma del problema di Giuseppe, perché ero rimasta incantata dalle parole dolci che ci diceva. Mentre stavamo per uscire Mamma chiamò Giuseppe: “Girati in piedi e diritto, Giuseppe fammi vedere i tuoi piedini” La Mamma si sporse dall’inginocchiatoio, lo guardò e gli disse scuotendo la testa: “Vai a raccogliere le olive con il tuo custode, è tutto apposto”. Io rimasi scioccata, non mi ero ricordata di dire alla Mamma questa cosa, per me importantissima. Mi chiedevo, come faceva a saperlo? Da lì ho capito tutto, quando tornai a casa buttai l’impegnativa urgente, Giuseppe non ebbe più bisogno di visite e di scarpette correttive. Fu per noi una grande Grazia, la pediatra non mi chiese più nulla dei piedini di Giuseppe, Mamma è grande, grande, grande.
Rosa Raffaele.

Pasqualina Pizzi di Novara

Mamma, era il lontano 24 marzo 1984 quando, il pullman di Novara, con tanti pellegrini, arrivava al Tuo Santo Divino Cospetto per la prima volta.
Grazie Mamma, perché nella nostra indegnità ci hai fatti partecipi del Divino Disegno di Dio per la salvezza delle nostre Anime.
Eravamo gioiosi quel giorno di Pace, Amore e Fratellanza.
In tutti questi anni Ti Sei presa cura di noi (e continui ancora a farlo), come una Mamma Chioccia fa con i Suoi pulcini, insegnandoci ad Amare Dio e a metterLo al primo posto nella nostra vita.
Fiumi e fiumi di Grazie e Miracoli hanno scandito il tempo trascorso; e tutto ciò per avvicinarci al Padre, poiché nessun figlio vuoi perdere.
A distanza di 36 anni rimane il rammarico di averTi consumata per i nostri peccati, perché Sei venuta sulla terra, non per guarire i nostri corpi, ma per portare le Anime nostre alla salvezza, anche se, guarendo i nostri corpi, speravi che noi ci avvicinassimo al Padre.
Ma in questo abbiamo fallito!
Ti ringrazio ancora Mamma, poiché anche noi di Novara abbiamo avuto la Grazia di essere stati abbracciati, coccolati, consolati e accarezzati da Te, e di far parte del Popolo di Dio.
Un abbraccio ai fratelli e alle sorelle di Casa Santa.
Con infinito amore
Pasqualina Pizzi di Novara.

Testimonianza di Anna Cesarano di Gragnano (Napoli)

Pace a tutti fratelli e sorelle, voglio gridare al mondo intero la Santa Presenza della nostra Mamma adorata. Lei è sempre con noi ed ogni giorno ci dona infinite Grazie!
Quante Grazie ho ricevuto dalle Sue Sante Mani, Lei, La Silenziosa del Gargano, mi ha riempito la vita d’Amore e Grazie! Nei momenti più bui della mia vita ho sempre avuto un sorriso di speranza e fede, e in quel sorriso c’è sempre stata Lei che non mi ha mai abbandonata!
Ma oggi più che mai voglio dire: grazie Mamma! Grazie per l’ennesima Grazia che mi hai Donata.
Era verso la fine di febbraio quando mio figlio di 36 anni è stato ricoverato per la terza volta a causa di una diverticolite. Aveva forti dolori e dopo vari esami i dottori perplessi non si erano ancora espressi. Dopo qualche giorno, Il dottore che lo stava curando disse che mio figlio era stato Miracolato e non riusciva a spiegarsi il perché fosse ancora vivo. I diverticoli erano scoppiati e avrebbero dovuto perforare l’intestino uccidendo mio figlio, visto che non era andato subito in ospedale, ma solo dopo tre giorni. Il dottore disse che era inspiegabile, le mucose erano spontaneamente intervenute a coprire quei diverticoli scoppiati.
I medici non sanno darsi una spiegazione ma io sì: è l’infinito Amore di Mamma Lucia che non ci abbandona mai. Grazie Mamma adorata!
Per questo fratelli, seguiamo il Suo Insegnamento, formiamo una Grande Catena d’Amore e Preghiera perché solo così possiamo allontanare il male. Con un solo briciolo di Fede possiamo smuovere il mondo intero. E non dobbiamo mai disperare, neanche nei momenti più difficili, perché è proprio in quei momenti che Lei ci avvolge sotto il Suo Santo Manto per proteggerci! Per questo, mille volte grazie Mamma!
Voglio ringraziare anche i nostri fratelli e sorelle in Santità, sempre pronti a donare parole di sostegno e a donare forza con la loro preghiera!
Pace a tutti i fratelli e sorelle del mondo intero!
Anna Cesarano di Gragnano (Napoli).