Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 23/12/2020

FIGLI DI DIO E AMORE DI MAMMA!

UNIAMOCI IN QUESTO SANTO NATALE STRETTI STRETTI AL CUORE DEL NOSTRO PROSSIMO, DOVE SUL VOLTO DEGLI UOMINI SI LEGGONO LE SOFFERENZE DELLA GRANDE TRIBOLAZIONE, CHE SI È APPOGGIATA SUL CUORE DELL’UMANITÀ, DOVE PENE, ANGOSCE E GUERRA FREDDA SONO ENTRATE NEL CUORE DEGLI UOMINI, AMAREGGIANDO, SPEZZANDO IL VERO AMORE DELLA SANTA CREAZIONE, E PORTANDO VIA LA VERA PACE, CHE DIO HA DONATO ALL’UOMO.

FIGLI DI DIO! MAMMA VI INVITA A TORNARE INDIETRO!

CUORI DEGLI SPOSI SEPARATI, CUORI IRREQUIETI SENZA PACE, CUORI SOFFERENTI, CUORI MALATI, CUORI AMAREGGIATI DA TRISTEZZE E PAURE DI TUTTI GLI AVVENIMENTI.

LA GIOVENTÙ DISTRUTTA DAL PECCATO, CHE IL MALIGNO SI TRASCINA NEGLI ABISSI, PER MEZZO DEI DISASTRI E LA GIOVENTÙ PIÙ BELLA FRA TUTTI I CUORI DEI DROGATI, FRA TUTTI I CUORI ESASPERATI DA MALATTIE POSITIVE E MALATTIE SCONOSCIUTE AGLI UOMINI SOTTO TUTTI GLI AVVENIMENTI.

TUTTI INSIEME: GIOVANI, ANZIANI, BAMBINI E ADULTI, PRENDIAMOCI PER MANO, BUSSIAMO AL CUORE DI DIO, NOSTRO PADRE, UNICO CUORE CHE CI HA CREATO, CI HA TANTO AMATO E CI AMA ANCORA, SEMPRE.

SEPPURE CON I NOSTRI DOLORI L’ABBIAMO OLTRAGGIATO, POICHÉ CON TANTO AMORE CI HA CREATO E SOLO DIO È L’UNICO CREATORE DI TUTTA LA SANTA CREAZIONE, È L’UNICO CUORE CHE CI HA CREATO E CI HA DATO TUTTO SULLA TERRA E CI HA MESSI ANCHE NELLA SUA SANTA GRAZIA DI TORNARE DI NUOVO NELLE SUE BRACCIA NEL REGNO DI DIO, PER IL RITORNO DI TUTTA L’UMANITÀ.

FRATELLI E SORELLE DI CRISTO, FACCIAMO RITORNO TRA LE BRACCIA DI MARIA SANTISSIMA, MADRE DI TUTTA LA TERRA INTERA.

RIEMPIAMO IL VUOTO, CHE CI SIAMO CREATI INTORNO E CON IL NOSTRO AMORE E BENE DI DIO, TUTTA LA GIOVENTÙ SARÀ BUONA, DOLCE E LE FORZE DEL MALIGNO VERRANNO A MANCARE E TUTTI I CUORI DELL’UMANITÀ SI ABBRACCERANNO GLI UNI GLI ALTRI E UN VERO AMORE NASCERÀ NEL CUORE DEGLI UOMINI E IL VOLTO DELL’UOMO, CHE ORA È TRISTE E AMAREGGIATO, SPEZZATO DALL’ODIO E VENDETTA, CHE IL MALIGNO HA MESSO NEI CUORI DEGLI UOMINI DI TUTTA LA TERRA INTERA, RISPLENDERÀ.

FATE PACE, FIGLI DI DIO, PER CHI VI HA INSULTATO E AMAREGGIATO, COSÌ IL NEMICO DELLO SPIRITO, SATANA, SI SCONFIGGERÀ DA SOLO.

FIGLI, PER QUESTO, FRA TANTO DOLORE, CACCIAMO LA NOSTRA FORZA, RITORNIAMO AL NOSTRO PADRE, NOSTRO CREATORE DOVE CI ASPETTA CON LA SUA SANTISSIMA MADRE, PERCHÉ SOLO LUI, CI PUÒ LAVARE CON L’ACQUA DEI SUOI COSTATI E FAR RIMARGINARE TUTTE LE NOSTRE FERITE ED IMMERGERE NEL SUO SANGUE PREZIOSISSIMO E, TUTTI DOLORI E PENE SCOMPARIRANNO DAL CUORE DELL’UMANITÀ.

FIGLI, AMORE DI MAMMA, IL PADRE CI ASPETTA!
È PRONTO PER DARCI IL SUO SANTO PERDONO!
SU, FIGLI, FACCIAMO LA REMISSIONE
DEI NOSTRI PECCATI E TUTTO CI SARÀ DATO!

ED ORA, DAL CUORE DI MAMMA,

BUON NATALE A TUTTI I CUORI ABBANDONATI, MALATI, DISPERATI, AMAREGGIATI DAL DOLORE, A CHI HA PERDUTO I CARI DELLA TERRA.

LA MAMMA, A TUTTE LE MAMME E CUORI DELLE VEDOVE: VI METTERÒ NEL MIO CUORE, LADDOVE TUTTE LE SOFFERENZE E DOLORI IL GIORNO DEL SANTO NATALE LE RISCALDERÒ CON LE MIE PREGHIERE E PREGHERÒ SUPPLICHERÒ A DIO DI SENTIRVI TUTTI NEL MIO CUORE E NELLE BRACCIA VI STRINGERÒ, NON SARETE SOLI, LA VOSTRA MAMMA DELLA PREGHIERA VI È E VI SARÀ VICINA. COSÌ,

BUON NATALE DAL CUORE DELLA VOSTRA MAMMA A TUTTI I CUORI DEI CARCERATI, BUON NATALE A TUTTI I CUORI DEGLI AMMALATI DI TUTTA LA TERRA INTERA.
BUON NATALE A TUTTI GLI OPERATI DI MALI INGUARIBILI.
BUON NATALE A TUTTI I SOFFERENTI DI TUTTI GLI OSPEDALI DI TUTTA LA TERRA INTERA E DELL’UNIVERSO.
BUON NATALE A TUTTI I DOTTORI, PROFESSORI, PRIMARI E ASSISTENTI AGLI AMMALATI.
BUON NATALE A CHI ADOPERA E METTE IN OPERA LA PAROLA DI DIO PER UNA NUOVA RINASCITA DI TUTTA LA TERRA INTERA.
BUON NATALE A TUTTI I COMPONENTI DELLA LEGGE TERRENA.
BUON NATALE A TUTTI I CETI, TUTTI I PARALIZZATI, TUTTI I CIECHI.
BUON NATALE A TUTTI GLI ANZIANI PER TUTTA LA TERRA INTERA.
BUON NATALE A TUTTA LA GIOVENTÙ.
BUON NATALE A TUTTI I CUORI CHE SONO TRAFORATI DAL DOLORE, CHE SONO CARI AGLI OCCHI DEL SIGNORE.
BUON NATALE A TUTTI I MILITARI DI TUTTA LA TERRA INTERA.
BUON NATALE A TUTTI I MARINAI E PESCATORI.
BUON NATALE A TUTTI: LAVORATORI, IMPIEGATI E CONTADINI.
BUON NATALE AI BISOGNOSI NELL’ANIMA E NEL CORPO, AI SENZA TETTO E AI SENZA LAVORO E A CHI HA PERDUTO IL POSTO DI LAVORO.
BUON NATALE A TUTTA L’UMANITÀ!
INSIEME CON MAMMA, A MANO A MANO UN CUORE NUOVO E TANTA LUCE DAL CUORE DI DIO, CHE CI ASPETTA PER SALVARCI E SPEZZARCI LE CATENE DEL PECCATO, PERCHÉ IL PECCATO SI È IMPIANTATO NEL CUORE DELL’UOMO E SOLO DIO CI PUÒ SPEZZARE LE CATENE DEL PECCATO E CI PUÒ SALVARE DA TUTTE LE INSIDIE DELLA TERRA.

BUON NATALE!
UN ANNO NUOVO E UN CUORE NUOVO DALLA VOSTRA CREATURA
MAMMA LUCIA
LA MAMMA DELL’AMORE!

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 06/12/2020

TESTO INTEGRALE:

MAMMA LUCIA, LA STELLA DEL GARGANO, LA MAMMA DELLA RINASCITA,
L’IMMACOLATA CONCEZIONE DISCESA DAL CIELO PER I FIGLI DI TUTTA L’UMANITA’

Pace e Amore di Mamma a tutta l’umanità da Lei Concepita, siamo vicini alla Sua grandissima festa dell’Immacolata Concezione che ci porta all’incontro con il Suo Dilettissimo Figlio che Nasce per Amore dei figli.
In questo tremendo periodo di tribolazione che ha messo in ginocchio la terra intera, l’unico malvagio e selvaggio e vero colpevole di tutto ciò che sta raccogliendo per i propri peccati è l’uomo. Un uomo che continua con ostinata presunzione e durezza di cuore, senza pietà alcuna, alla propria distruzione. Un uomo, che non si è fermato dinanzi all’oblio in cui è decaduto, è l’unico che dovrebbe prostrarsi in profonda contrizione e chiedere con grande dolore e pentimento, perdono ai Creatori della Vita, al Padre e alla Madre del Santo Creato.
Un Padre e una Madre che tutto hanno donato all’uomo Suo figlio, non facendo mancare nulla al suo servizio, lasciandolo libero addirittura di poterLi Amare, Loro che tanto hanno Amato ed Amano i figli del Loro Creato.
Noi uomini che non ci siamo mai interrogati del Miracolo della propria esistenza, che non abbiamo mai voluto riconoscere la VITA da cui proveniamo, da un Padre VERO E VIVO che ci ha Creato e da una Madre VERA E VIVA che ci ha Concepito.
In questi lunghi giorni di buio che ricoprono di tenebre la terra intera, dove una parte di umanità soffocata muore, mai si è sentito un parlare comune di Dio, implorando il Suo Santo Perdono, Lui che E’ l’Unico insieme alla Sua Sposa e Madre che possano far Rinascere a Nuova Vita, Ricreando sulla Loro stessa Creazione, la condannata umanità.
Uomini dove siamo? Non vediamo dove abbiamo fallito? Non ci rendiamo conto dove siamo arrivati? Siamo giunti al capolinea di una discesa a capofitto che ci ha portato a sfondare il muro della morte. Non possiamo più risalire con le nostre superbie ed inesistenti forze. Siamo piccoli, piccoli, e il frutto del nostro grande peccato, che si presenta ancor infinitamente e microscopicamente piccolissimo, ci sta distruggendo.
Perché ci ostiniamo ancora a vagare nella cecità e nelle tenebre di una vita che tale non è più da tantissimo tempo?
Perché non ci fermiamo un attimo se ancor tempo ci rimane? Guardiamoci e osserviamoci, vediamo quanto immensa è la Creazione!
Anche se abbiamo fallito per la nostra mancanza di AMORE, guardiamo MARIA, guardiamo Colei che ci Ha Concepito, Colei che è discesa proprio in questi ultimi momenti come Luce per poterci afferrare, stringerci al Suo Immacolato Cuore e ricondurci, nel Suo Seno, a Dio nostro Creatore, per poterci così Ripartorire di nuovo a Vita Nuova.
Lasciamoci salvare da Colei che è stata mandata dal Padre per strapparci dalla morte, Lei che è Luce di Vita Eterna.
Seguiamo la Stella del Firmamento che è ha lasciato il Suo Trono Regale ed è calata sulla terra, poggiando i Suoi candidi Piedi sul Gargano. Stella che ha portato con Sé un pezzo di Cielo come finestra del Mondo Nuovo che verrà per i figli di Buona Volontà. Figli che a Lei si affidano come teneri pulcini sotto le Ali della Chioccia Madre che li protegge dalla tempesta distruttiva.
Uomo che più di 2000 anni fa hai rinnegato la Luce che ti è venuta a visitare nelle Vesti di Padre, calandosi nel fango del tuo peccato, non commettiamo ancora oggi questo dolorosissimo abominio. Fermiamoci e guardiamo la Luce che brilla splendente più che mai, discesa per noi ancora una volta nelle Vesti di Madre, che arde d’Amore solo per irradiarci del Suo Candore e poterci salvare, strappando il Perdono di Dio, che si strugge nel vederci cadere negli abissi del nostro peccato.
Chiamiamo Maria Lucia, La Donna Vestita di Sole che dalle tenebre ci vuole strappare e di Luce ci vuole rivestire, e il Suo Sole su di noi mai più tramonterà.
Auguri Mammina di Luce e Candore, a Te ricorriamo noi miseri vermi peccatori, in Te confidiamo, e in Te ce la faremo perché così Tu ci hai promesso.
Con tutto l’Amore i figli di Mamma Lucia.
www.figlidimammalucia.it

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 10/05/2019

TESTO INTEGRALE:

AUGURI MAMMINA, MARIA LUCIA, STELLA DEL GARGANO

MADRE DI DIO E MADRE MIA

Ecco Maggio ritorna giulivo,  portando con se il Profumo e il Candore di Colei che ne è la Regina, la Sua Grazia e Luce Divina, ricopre tutta la terra.

La Rosa di Maggio che infiamma d’Ardore ogni cuore, è una Fiaccola che risplende nella notte, traccia una scia di Vivo Bagliore che indica la Via: il Suo Immacolato Cuor.

Oh Maria Lucia Divina, di Luce Tu Sei rivestita, nelle Tue Sante Mani ne è la Fondazione, di tutte le Grazie che il Padre a Te affidò.

Sotto il Tuo Manto di luccicanti stelle, è riparo sicuro e salvezza di ogni cuore, che cullato e Allattato al Tuo Immacolato Seno, è rinato nel Cuor del Signor.

Palpita oh Anima mia per Colei che ti Ha Concepita, Lei è discesa dal Cielo, qua giù tra di noi, per salvare i figli del Suo dolor.

Lasciato ha il Suo Trono Celeste, il Figlio Suo e Sposo adorato, per scendere a raccogliere il gregge disperso e guidarlo all’Ovile, al porto sicuro.

Lì fa riposar il Popolo Suo, nel Giardin del Paradiso, Dimora di Dio, dove i cuor di tutta l’umanità, raccolti sono, dal Suo Materno Amor.

Susultan di gioia il Cielo e la terra, l’immensità è rivestita a festa, per dare Onore e Gloria, alla Mamma del Creato, nella grande festa: LA FESTA DELLA MAMMA.

A Te, Unica e Sola Mamma, Vita della nostra vita, Respiro del nostro respiro, Battito dei nostri cuori, Luce dei nostri occhi, Ristoro e Salvezza delle nostre Anime, noi figli rivolgiam, i nostri miseri cuori, e un grido di gioia dall’Anima esala, risuona nell’immenso e dice: ”AUGURI MAMMINA, MARIA LUCIA, MADRE DI DIO E MADRE MIA”.

 

I Figli di Mamma Lucia (www.figlidimammalucia.it)

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 06/03/2019

TESTO INTEGRALE

Mamma Lucia, Stella del Gargano
Dimora del Santissimo Spirito Santo, Regina delle Anime

Pace a tutta l’umanità Concepita da Colei che è Dimora del Santissimo Spirito Santo, arriva il Santo giorno dell’11 Marzo, ricorrenza della Gloria di Dio: “MAMMA”. Lei, come dolce Farfalla di smaglianti colori, splendente più del sole, bianca più della luna e di cui le stelle le più belle, non son belle al par di Lei, sulle ali di uno zefiro nuotare nella Luce, in una brezza pura di profumi e d’azzurro, vola verso la volta infinita, posandosi di cuore in cuore e cullandosi come in grembo ai fiori appena schiusi, nei figli Suoi di tutto il Santo Creato. I cuori si schiudono al Suo dolce e soave tatto, a Colei che E’, e Vive solo per Amare e Concepire ogni Anima al Suo Creatore e a Lui riportar. Tutto Dona di Se, Infiammando d’Ardore quelle Anime appassite, farfalle imprigionate nel bozzo dei voleri di un’umanità che sempre più disperata per i troppi peccati, corre verso la sua decaduta. Ma il Suo Santissimo Spirito Santo, Luce infinita, porta Luce nei Cuori dei disperati, dei tribolati, dei malati, degli sconfortati…. in tutti i bisogni dell’Anima e del corpo di ogni Sua creatura. Rinasce ogni Anima di figlio a Nuova Vita e il Suo Battito d’Ali Immacolate, come brezza di primavera che rinfranca e ristora portando vitale linfa, libera lo Spirito di ogni creatura. Spicca così, ogni farfalla liberata dal proprio bozzo, il grande volo, bella, leggiadra ed estasiata, in un armonia di Luce e Candore, si unisce a Colei che ne è sua Dimora.
Benvenuto 11 Marzo, nel cuore di tutto il Santo Creato, Sei Gloria di Dio ed ultima ancora di Salvezza di questa umanità. Sia Gloria a Dio Padre per averci Donato la Sua Santa Dimora sulla terra, la Mamma dell’Anima nostra. Sia Gloria a Te Mammina Regina della Santa Concipazione di Dio, Madre di tutta l’umanità, di ogni ceto, di ogni razza, colore e religione. Vai raccogliendo Tu, Anima Madre, tutte le nostre Anime da Te ripartorite, da Te raccolte ad una ad una e nel Tuo Seno messe al sicuro a riposar, dove regna il Padre Creatore, che ritrova ogni figlio salvato dall’Amore della Mamma. Fratelli e sorelle di tutto il mondo intero, uniamoci tutti in un’unica grande Catena d’Amore, formiamo un arcobaleno di tutti i colori, siamo tutti uguali, fratelli e sorelle e figli ad un Unico Padre e un’Unica Madre, Spirito e Luce del Loro Santissimo Spirito e Loro Luce infinita. Tendiamo la mano al nostro fratello sconosciuto, che dal terrore e dall’orrore delle guerre e dalla povertà, corre verso il fratello per essere aiutato, non discacciamolo, non chiudiamo le porte del nostro cuore a Dio Padre e a Dio Madre che in quel momento bussano al cuore dei figli.
Auguri Mammina Cara, Casa del Santissimo Spirito Santo. Auguri Padre nostro Creatore, Tu che soavemente riposi nella Casa Dell’Anima: Mamma; auguri a tutti i figli di tutta l’umanità che in questo Santissimo giorno di Luce, sono raccolti dal Battito D’ali della Regina delle Anime.

I Figli di Mamma Lucia (www.figlidimammalucia.it)

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 09/12/2018

TESTO INTEGRALE :

Mamma Lucia, Maria Santissima scesa dal Cielo,

L’Immacolata Concezione, che porta Luce nei cuori dei figli.

Pace a tutti i figli dell’Immacolata Concezione, di tutta l’umanità intera da Lei Concepita, anche quest’anno, grazie alla Misericordia del Padre nostro Creatore, ci accingiamo a festeggiare, Glorificando, la Santissima ricorrenza dell’Immacolata Concezione, che anticipa le grandi feste della Luce, il 13 Dicembre, e le Sante feste Natalizie.

Maria Santissima, Luce e Verbo di Dio, per Amore dei figli che vivono questi dolorosissimi tempi: terrore, orrore e dolore; è scesa dal Cielo con tutta la Sua Infinità Misericordia e Pietà, per prendere fra le Sue Sante Braccia, i figli decaduti, per stringerli al Suo Immacolato Cuore e Ripartorirli alla Vita.

Il Suo Cuore Addolorato, infinitamente soffre per questa travagliata umanità che cieca, corre incontro alla sua distruzione.

Chi può raccoglierla e salvare il salvabile, rialzandola dalla sua totale decaduta, dal vortice della sua disperazione?

Chi può fermare il Braccio Potente dell’Altissimo che oltraggiato, vede la Sua Santa Creazione, il figlio Creato a Sua Immagine, continuamente ribellarsi al Suo Padre Creatore, disconoscendo la Verità e gozzovigliando nelle ipocrisie e falsità, nei peccati più scandalosi, rendendolo come bestie immonde?

Chi può anticipare i tempi per il ritorno del nostro Signore per mettere fine a tali brutture e sofferenze immani, guerre e distruzioni, odio e vendette, violenza inaudita, che si scaglia ancor più crudelmente sull’innocenza oltraggiata e scandalizzata?

Chi? Se non Colei, la Madre che l’ha Concepita nel Suo Immacolato Cuore. Le Sue Santissime Lacrime Benedette, scendono come lavacro per immergere i figli Suoi dispersi. Corre, corre affannosamente e continuamente in Soccorso, nonostante la crudeltà dei figli a Lei tanto cari, da non riposare notte e giorno per poterli salvare dalla loro morte eterna.

Quanto è Grande l’Amore del Padre e della Madre per i figli creati, non   vogliono perdere nessuno, il Loro tormento e non poterli più riabbracciare per l’eternità.

Così, il Padre, rimirando l’Amore del dolore di Maria per i figli, si è strappato il Suo Cuore, che è Maria Stessa, privandosene e facendoLa scendere su questa terra di abominio per cercare il figlio disperso nel buio del suo peccato, per strapparli dalle tenebre della morte eterna. Riportare il Suo gregge all’ovile, nella Luce di Dio, nel Cuore del Creatore, per l’Unione nella Gloria eterna, nel Nuovo Mondo, tra Padre, Madre e figli.

Corriamo verso la Luce che è scesa dal Cielo, ha lasciato il Suo Trono Celeste, il Suo Re, e si è fatta vedere ai nostri occhi peccatori, si è fatta chiamare Lucia proprio per illuminare la strada ai figli che brancolano ciechi nel buio della notte, ci ha portato tutto il Suo Immacolato Candore per purificarci e ripartorirci a Nuova Vita. Il Suo Cuore Immacolato ha strappato e continuamente strappa Grazie al Padre nostro Creatore che è felice di poterle concedere per amore della Mamma, Sposa Sua, e per i figli che attende notte e giorno che tornino alla Casa Paterna.

Rendiamo Gloria in Eterno ai nostri Creatori che non sanno più che fare per salvarci, ora tocca a noi mettere quel briciolo di Buona Volontà, riconoscere per tempo i Disegni di Dio che non sono quelli dell’uomo peccatore, dare il nostro “Si” al Sommo Bene e il nostro “no” alle falsità, agli scandali, agli abomini, a tutti i frutti di distruzione che abbiamo seminato e che inesorabilmente raccogliamo.

La Donna Vestita di Sole, è venuta a portarci Luce e Salvezza, a raccogliere il Suo Popolo, i figli della Luce, i figli di Buona Volontà, i figli dell’Immacolata Concezione, che insieme a Lei, distruggeranno la morte.

Con infinito Amore, tutti uniti nel Cuore Immacolato della Mamma, Lei ci salverà e la notte mai più scenderà.

Auguri a tutta l’umanità, sotto il Manto della Mamma del conforto.

I Figli di Mamma Lucia (www.figlidimammalucia.it)

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 13/07/2018

TESTO INTEGRALE :

MAMMA LUCIA, STELLA DEL GARGANO,

LA SEMINATRICE NEI CUORI DEGLI UOMINI

La Pace e l’Amore della Mamma sia con tutti i figli Suoi di tutta l’umanità intera, la grande festa del Grano che anticipa la Santa ricorrenza della festa di Mamma Assunta in Cielo, è alle porte. Il Seme sparso nei cuori degli uomini dalla Seminatrice, Gloria di Dio, fiorisce è da frutto di Santità, ricoprendo di Luce le tenebre di questo mondo che giorno dopo giorno raccoglie sempre più i dolorosi frutti del peccato seminato. La Sua Santissima Parola di Vita Eterna, si espande in ogni angolo di mondo, il cuore dei figli Suoi da Lei Concepiti,  nel vecchio suo vestito, muore e rinasce nel Vestito di Luce da Lei preparato con Trepido Amore. Il tenero Germoglio, cresce e risplende irrorato dalle Sue Santissime Lacrime Benedette e dal Suo Ardore che infiamma di Fede ogni Animo di figlio che come grano verdeggiante, con i suoi teneri fusti innalzati al cielo, ondeggiano gioiosi al dolce Soffio del Suo Alito d’Amor. Sotto lo Sguardo del Creatore, nutriti dalla Mamma dell’Amore, biondeggiano e ora robusti  sono i suoi fusti, e con Grazia e Dolcezza, La Seminatrice raccoglie il chicco maturo del Suo Grano Puro.

E’ festa, è tempo di far festa, il chicco raccolto dalla Mamma del Conforto, è trasformato, è già Soave Pane, il Pane della Grazia, il Cuore del Signore, il Pane dell’Unione, l’Ardore del Signore che attira a Se, i cuori dei figli rinati dall’AMORE: DALLA MAMMA DELL’AMORE.

Festa, siamo tutti in festa, festa del Signore, festa del grano, dove la Mamma Seminatrice, raccoglie la Spiga d’Oro per far l’Ostia Santa che nutre tutta quanta, l’Amore di Gesù.

Su fratelli e sorelle di tutta la terra intera, corriamo nel Cuore dolcissimo della Seminatrice, Lei Assunta in Cielo in Anima e Corpo più di 2000 anni fa, per questi ultimi e dolorosi tempi, ha supplicato il Padre Creatore, il Suo dolce Sposo, di poter riscendere Lei in Persona per raccogliere la Spiga D’oro, Vestire di Luce i Cuori dei figli e rinascerli all’Amore. Così l’immensa Misericordia del Signore che rimirava l’Amore del dolore della Madre e Sposa Sua diletta, plasmava una creatura tutta pura, concedeva il benestare alla Mamma dell’Amore, di poterne prendere possesso con il Suo Santissimo Spirito Santo, di scendere in mezzo ai figli con il Santissimo Nome di Lucia per portare Luce nei cuori dei figli e preparali alla Gloria del Suo ritorno. Così è scesa la Donna Vestita di Sole ed è venuta ad abitare in mezzo  noi, della Sua Santa Luce ha ricoperto la terra intera e per Sua infinita Bontà e Amore dei figli, ha portato un pezzo di Cielo qua giù, ha fondato per i figli Suoi di tutta l’umanità, il Giardino del Paradiso, Casa Santa, la Dimora di Dio, l’Arca di Salvezza per l’incontro tra Padre, Madre e figli.

Sia Gloria al Padre che la Madre ci donò, Sia Gloria alla Mamma che al Padre ci portò.

Con infinito amore dai figli di Mamma Lucia.

www.figlidimammalucia.it

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 13/05/2018

TESTO INTEGRALE:

Mamma Lucia Stella del Gargano,

 Madre del Santo Rosario e Rosa di Dio nei cuori dei figli

 

Pace a tutte le creature del Santo Creato, figli della Concipazione dell’Unica e Sola Vera Mamma: Maria Lucia. E’ arrivato il Mese di Maggio che porta con se tutto il balsamo dei profumi dei fiori della Santa Creazione, dolce fragranza  che annuncia la rinascita della Vita che sboccia nel Cuore della Rosa del Santo Rosario. La Sua Essenza Celestiale inebria i cuori dei figli Suoi in Cielo e in terra, dove attendono, in questo Mese dedicato a Lei, la festa di tutte le feste: la festa della Mamma di tutte le mamme. Oh Vergine Santissima, Madre di Dio e Madre nostra, il Tuo Cuore Immacolato è una Rosa che palpita nei cuori dei figli per effondere tutta la Sua Grazia e renderci degni del Tuo Divino Amore. Il Cielo e la terra e tutto il Santo Creato, al sol chiamarTi  “Mamma”, si ferma e si incanta: l’Aurora dorata rinasce di Luce, il Sole sorgente di ardore si irradia, il mare si placa, il vento è una brezza, le sorgenti zampillano e i fiumi ristorano, i monti si rivestono e i campi fioriscono, il sole al tramonto si dipinge di rosso, le stelle si accendono, la Luna risplende, il cuore sospira e il pensiero vola. Vola pensiero e porta il mio bacio, alla Mamma Immacolata che stretta è nelle Braccia del Suo Dolce Sposo. Lei è lì che riposa nell’Amore del Creatore, con il Suo Capo incoronato di dodici stelle, è appoggiato sul Cuore del Suo Signore. Ma il Suo Sguardo Materno, attento e premuroso, è sempre lì rivolto, ai figli del Suo dolore. Per il Suo infinito Amore, ha lasciato il Suo Creatore per scendere dal Cielo e salvare i figli Suoi. Così La Donna Vestita di Sole, scendeva sulla terra con il Nome di Lucia e portava la Luce nei cuori dei figli. Ed ora ancora, Il Suo Spirito Santo e la Sua Immacolata Anima ha lasciato in mezzo a noi, per poter ancor salvare e con le Braccia aperte, abbracciare tutti i figli nel Giardino del Paradiso che ha fondato su questa terra: Casa Santa, la Dimora di Dio sul Gargano. Corriamo oh popoli tutti da Maria scesa sulla terra, dove il Suo Respiro ha lasciato in mezzo a noi, non una statua, né un quadro né una reliquia, ma di Santissima Carne Ella si è rivestita per stringere i figli al Suo Materno Cuore. Così noi miseri e duri di cuore abbiamo potuto Contemplare, Tutta Bella e Profumata, La Rosa del Creatore che tutto ha donato a noi figli indegni e peccatori. E dopo averLa tutta consumata strappando ogni petalo del Suo Candido Fiore, nonostante il Padre L’abbia riportata nella Sua Gloria Celeste, ha voluto lasciarci il Suo Respiro, il Suo Profumo ed il Suo Candor per continuare a dare, aspettando i figli Suoi, nel Giardino del Suo Immacolato Cuor. Auguri Oh tenera e dolcissima Mammina nostra, Unica e Sola Vera Mamma dell’Anima.

I Figli di Mamma Lucia

www.figlidimammalucia.it