Pasqualina Pizzi e Rossella Vinci di Novara

Pace fratelli e sorelle.
Il 2 febbraio è la Presentazione di Gesù al Tempio.
Oh mio caro Buon Gesù, nel venire sulla terra, hai trovato un tempio di mura coperto di vanità, e non un Tempio di Spirito; non abbiamo mai capito che hai fatto un Tempio in ogni uomo, nutrito dagli Occhi di Dio, nostro Creatore, e Padrone della nostra vita.
Mamma, sono quasi 49 anni che ci esorti ad Amare e mettere al primo posto Gesù, che è Dio fatto Uomo, ad AmarLo come Lui ci Ama, a ringraziarLo per tutto il Bene che ci vuole.
Aiutaci Tu, Mamma, a fare il primo passo verso il Signore, sicuri che Tu farai tutto il resto, e dare così un po’ di gioia al nostro Signore, certi che il Bene vincerà sul male, dove il tempio di ogni uomo, sarà un Tempio di Spirito.
Un saluto ai fratelli e alle sorelle di Casa Santa.
Pasqualina Pizzi e Rossella Vinci di Novara.

Maria Lamacchia di Matera

In Ricorrenza del giorno 02 – 02 – 2019: La Presentazione di Gesù al Tempio. Al Nostro Caro Padre Dio e alla Nostra Cara Mamma Luce, il nostro pensiero è sempre rivolto a Voi. Per questo Santo giorno, Alimentate la Fiamma della nostra piccola Fede con la Fiamma Ardente della Vostra Preghiera e Purificate i nostri cuori e i cuori di tutta l’umanità intera. Glorifichiamo e Lodiamo il Nostro Caro Padre Celeste e la Nostra Cara Mamma Gloria di Dio. Baci e Abbracci e i più cari auguri al Nostro Caro Padre Celeste, alla Nostra Cara Mamma Bene di Dio, Rosa del Paradiso, e un caloroso saluto a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa, dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

Testimonianza di Franco Melonari di Ancona

Pace fratelli e sorelle figli di Mamma Lucia, sono Franco Melonari del gruppo di preghiera di Ancona. Io e la mia compagna siamo seduti davanti ad un blocco notes per scrivere una nostra testimonianza e con grande emozione, chiudiamo gli occhi e vediamo un variopinto Giardino fiorito di fiori d’Amore: Casa Santa.
Nel mese di giugno abbiamo iniziato un calvario: sono dovuto andare urgentemente in ospedale dove mi hanno ricoverato nel reparto di gastroenterologia dove sono rimasto per 12 giorni. Dopo aver fatto tutti gli accertamenti, hanno riscontrato che dovevo fare con urgenza un intervento per togliere i calcoli alla cistifellea. Durante l’intervento sono sorte delle complicazioni che grazie a Mamma Lucia, la quale ha guidato la mano del chirurgo, sono state superate, e sempre grazie a Mamma che ha illuminato il chirurgo, esplorando il fegato, si è accorto di una piccola cisti che non era stata individuata con gli esami strumentali e l’ha potuto esportare. Ora siamo in attesa di fare degli esami specifici per valutare lo stato di malattia, ma noi siamo fiduciosi che la nostra Mamma è con noi e ci da il Suo Santo Aiuto.
Grazie Padre che ci hai dato la Regina del Cielo e della Terra, la nostra Mamma che ci ha abbracciato e coccolato per tanto tempo e ancora oggi Lei è sempre con noi in ogni momento che Le chiediamo aiuto. Grazie Padre che fai tenere aperti ancora oggi, i Santi Cancelli di Casa Santa, dove noi pellegrini possiamo venire in Terra Santa dalla nostra Mamma ad ascoltare la Sua Santa Parola che continua a darci. Grazie a tutti i figli di Mamma che vivono a Casa Santa e con il loro amore e le loro preghiere continuano ad esserci vicini.

Testimonianza di Filomena Amorosa (Campobasso)

Pace a tutti, sono Filomena Amorosa del Gruppo di Preghiera di Campobasso, sono qui a testimoniare la grandezza di MAMMA LUCIA e a ringraziarLA.
Era la mattinata del 10 Dicembre 2018 quando in seguito ad un incidente domestico ho riportato ustioni di secondo e terzo grado sulla gamba destra, dal ginocchio in giù, fino ad arrivare alla caviglia.
E’ stato il SANTO e pronto intervento della nostra adorata MAMMA che mi ha fatto circoscrivere l’ustione solo in questa parte del corpo e sono qui ora a renderLE infinitamente grazie, nella mia indegnità, la MAMMA dell’AMORE mi ha ricoperta con il Suo Santo Mantello, soccorrendomi.
Sono dovuta ricorrere per necessità alle cure dei dottori della terra, mi hanno confermato che la gravità e l’estensione della mia ustione sarebbero potute essere ben più gravi rispetto a quelle che in effetti io avevo avuto, avvertendomi che i tempi di guarigione sarebbero stati molto lunghi e la convalescenza dolorosa per le lesioni che avevo.
In realtà, il dolore alla gamba era a tratti insopportabile ma la MAMMA, Consolatrice dei sofferenti, mi ha dato sollievo con le Preghiere che LEI stessa ci ha insegnato e nelle quali mi rifugiavo.
Per quanto riguarda i tempi di ripresa sono stati molto più brevi di quanto previsto dagli stessi dottori, creando anche in loro meraviglia, la nostra amata MAMMA, REGINA del Cielo e della terra, ha dimezzato i tempi, ancora una volta a dimostrarmi che non mi aveva mai lasciata sola, nemmeno per un istante.
Grazie PADRE, per aver donato a tutta l’Umanità la Tua dolcissima Sposa, grazie MAMMA, perché distendi ancora le TUE SANTE MANI su noi Tuoi figli peccatori, dispensando le TUE GRAZIE.
Un forte abbraccio a tutti i Fratelli e a tutte le Sorelle della Santità.
Con tanto amore, la Tua figlia Filomena.

Ilde Ciarlante da Isernia (Campobasso)

SCRIVO POCHE PAROLE PER CONTINUARE A DIFENDERE LA NOSTRA MAMMA CONTRO CHI ANCORA PERSISTE NEL GETTARE FANGO SUL SUO SANTO NOME, IL SUO SANTO OPERATO E IL SUO IMMENSO AMORE PER TUTTA L’UMANITA’, POICHE’ HA SACRIFICATO SE STESSA FACENDO L’ULTIMO TENTATIVO DI FAR RINSAVIRE L’UOMO, DI RIAVVICINARLO A DIO, DI FARGLI ABBANDONARE LA STRADA DEL PECCATO CHE PORTA IL MALE, DISTRUZIONE E MORTE, COME DIFATTI STA AVVENENDO GIORNO DOPO GIORNO SEMPRE DI PIU’!
BASTA CON LE CALUNNIE!
MAMMA E’ LA REGINA DEL CIELO CHE HA LASCIATO IL PARADISO PER SCENDERE SULLA TERRA A RACCOGLIERE LE NOSTRE PENE , AD ASCIUGARE LE NOSTRE LACRIME, A SOLLEVARCI DALLE SOFFERENZE, A DARCI LA PACE CHE IL PECCATO CI HA TOLTO! NESSUNO STA PIU’ BENE, PERCHE’ NON SI AMA IL SIGNORE METTENDOLO AL PRIMO POSTO NELLA NOSTRA VITA E NON SI AMA IL PROSSIMO BISOGNOSO! NEANCHE LA RICCHEZZA DA PIU’ FELICITA’: SIAMO TUTTI POVERI AL COSPETTO DI DIO CHE , COME DICEVA DANTE , ” E’ L’AMOR CHE MOVE IL SOLE E TUTTE LE ALTRE STELLE”, E MAMMA MARIA LUCIA E’ L’AMORE DI DIO SCESO DAL CIELO, LA STELLA PIU’ LUCENTE, PIU’ CANDIDA, PIU’ POSSENTE DELL’UNIVERSO INTERO!
CHI L’HA CONOSCIUTA VERAMENTE HA COMPRESO QUESTO GRANDE MISTERO DIVINO CHE HA CAMBIATO LA SUA VITA PER SEMPRE!
AMIAMOLA COL CUORE E RICONOSCIAMO IL DISEGNO DI SALVEZZA DI DIO, LEI E’ LA NOSTRA ULTIMA ANCORA DI SALVEZZA PRIMA DELLA FINE DEI TEMPI IN CUI IL SIGNORE GIUDICHERA’ IL MONDO E SEPARERA’ LE SPIGHE DI GRANO DALLA ZIZZANIA!
GRAZIE PADRE, GRAZIE MADRE DELLA VOSTRA BONTA’ E MISERICORDIA!
ALLELUJA!

Maria Lamacchia di Matera

Per la Gloria di Dio il giorno 13 Gennaio è il Battessimo di Nostro Signore Gesù. Gesù fu Battezzato da Giovanni Battista nel fiume Giordano, appena Gesù usci dall’acqua il cielo si aprì e scese lo Spirito di Dio su di Lui come una Colomba. E si sentì una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto». Padre Celeste e Mamma Luce, come quel Santo giorno si aprì il cielo e scese lo Spirito Santo, cosi questo Santo giorno Fate che scenda su di noi e su tutto il mondo intero. Baci Abbracci al Nostro Caro Padre Celeste, alla Nostra Cara Mamma Rosa del Paradiso, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa. Rivolgiamo dal profondo dei nostri cuori i nostri più cari auguri al Nostro Caro Gesù, dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

Testimonianza di Dorena Tuso di Vallo della Lucania (Salerno)

Pace a tutta l’umanità. Sono Dorena Tuso di Vallo della Lucania (Salerno), voglio rendere Gloria in Eterno alla nostra adorata Mamma Lucia per l’infinita Grazia che mi ha donato e testimoniarla a tutti voi, affinché possiate essere messi a conoscenza della Sua Infinita Grandezza. Scesa dal Cielo per tutti i figli del mondo e poter godere anche voi tutti, dell’Immensa Speranza, che è la Mamma, come è stata concessa a questa figlia indegna e peccatora, di poterne godere.
La seconda figlia che il Signore mi ha donato, si chiama Caterina Lettieri ed è nata prematura di otto mesi, il 21 Ottobre 2016. Appena nata è stata messa in terapia intensiva neonatale; uscita dall’ospedale ci siamo accorti col passar dei giorni che non cresceva, non mangiava volentieri e non aumentava di peso, non cresceva di lunghezza, né crescevano la testa e gli arti, tanto che, arrivata a circa 1 anno di vita, pesava ancora solo 5 chili. Non camminava e non parlava, non gli crescevano né i capelli e né le unghie, non si manteneva sul tronco. La portavamo continuamente in ospedale a Vallo della Lucania, inizialmente ci dissero che non era niente e che la bambina comunque stava bene, ma successivamente iniziarono a sospettare che la bambina potesse essere affetta da sindrome di Down.
Un giorno all’improvviso ha incominciato ad avere la febbre che si alternava un giorno si e due no, tutte le settimane, in modo irregolare e persistente anche a 40°C. Dopo 2 settimane che non si riusciva a capire da dove provenisse questa febbre, ci è stato consigliato di portarla d’urgenza al Bambin Gesù di Roma. Arrivati lì è stata immediatamente intubata per 15 giorni perché il cuore non batteva bene e dopo che la bambina si è ripresa, senza aver una chiara diagnosi, è stata dimessa. In seguito, in poco tempo, per ben 5 volte siamo ricorsi di nuovo al ricovero allo stesso ospedale, dove la seconda volta le è stata riscontrata un’ ipotonia generalizzata, scarso accrescimento staturo-ponderale, mancato mantenimento della posizione seduta, controllo del tronco assente, modesta cooperazione nel movimento di distacco dal piano del letto. Pertanto, si sospettava una rara malattia genetica, “ la sindrome di Prader Willi”, una malattia genetica rara caratterizzata da anomalie ipotalamo-pituitarie in cui è vi è, tra le altre anomalie endocrine, un deficit dell’ormone della crescita (GH). La bambina, per le successive volte che è stata portata al Bambin Gesù, è stata sottoposta a tutti le analisi del caso che non hanno tuttavia confermato la sindrome di Prader Willi per cui i medici sospettavano altre rare patologie genetiche. Fatte le varie ed approfondite indagini del caso, la situazione rimaneva sempre complessa , senza miglioramenti della crescita e della deambulazione, senza aver chiara quindi quale fosse la rara malattia genetica in questione. Non avendo ottenuto nessun risultato, abbiamo portato la bambina al Santobono di Napoli, dove e stata ricoverata per altri 3 mesi, anche lì senza ottenere nessun risultato che chiarisse di cosa soffrisse la bimba rimanendo comunque inalterato il grave disturbo della crescita e della deambulazione. Sempre più disperati, io e il mio compagno, consigliati dai vari medici interpellati, l’abbiamo portata all’ospedale Salesi di Ancona, dove hanno rifatto le varie indagini per la diagnosi di altre malattie rare genetiche, ma anche in questo caso, dopo mesi di ricovero, anche qui non si è capita la patologia specifica del caso. Il calvario continuava, facendocela portare al Gaslini di Genova, dove c’è stato detto che era necessaria una biopsia muscolare, ma prima l’avrebbero fatta sui capelli e sulle unghie e mandata in un ospedale specialistico in America. Il risultato è stato ancora una volta negativo in quanto anche in America non hanno riscontrato una specifica patologia che giustificasse questa grave ipotonia e mancanza di accrescimento. Così sempre al Gaslini, dopo ulteriori indagini, hanno deciso di sottoporla a delle stimolazioni ormonali, sospettavano che la bambina soffrisse di un’alterazione, verosimilmente su base genetica, dei recettori dell’ormone della crescita. Inizia la terapia di stimolazione, ma la cosa non va come dovrebbe, infatti il giorno seguente dopo aver assunto l’ultimo dosaggio della terapia, la bambina va in coma e dopo essersi ripresa, successivamente rientra in coma per altre 2 volte. Dimessa dal Gaslini, ci rimandano al Salesi di Ancona dove vengono effettuate ulteriori analisi specifiche e viene dimessa nell’attesa dei risultati. Disperati e sfiniti da una situazione che non trovava soluzione, senza una diagnosi certa né con una terapia adatta che portasse risultati positivi, mi ritrovavo con la piccola che si avviava a compiere i suoi 2 anni di vita, con un peso di circa 6 chili, che non si reggeva in piedi, non camminava, né tantomeno parlava, non cresceva in altezza, né i capelli e né le unghie. Qui ha inizio adesso l’intervento Divino della nostra Infinita Mamma, che ha portato la Sua Santa Luce e la Santa Grazia di Dio nelle nostre vite. Era il primo luglio di 3 mesi fa, aspettavamo i risultati di queste ultime analisi dal Salesi di Ancona, io non conoscevo Mamma Lucia e nessuno mi aveva parlato di Lei. Quel giorno la bambina, come tutte le settimane, aveva questa febbre persistente a quasi 40°C che si alternava come sopra descritto. Mia mamma mi disse di riportarla in ospedale, ma al momento lasciai andare così la cosa. Quella notte, ero sempre tesa come tante altre notti passate a controllare la bambina per vedere se scendesse la febbre, avevo la culla vicino al mio letto, così ad un tratto, mentre ero in uno stato di dormiveglia, vedo nella penombra della stanza entrare una Donna con un Manto che si distingueva essere di colore Azzurro e con le Mani fasciate, portava i mezzi guanti. La Donna si avvicinò alla culla della bambina, le girò attorno e poi scomparve. Mi destai immediatamente da tale Visione, ed interdetta, alzandomi dal letto, rivolsi lo sguardo in ogni angolo della stanza, ma non c’era più nessuno, così controllata la bambina che aveva sempre la febbre alta, mi adagiai di nuovo sul letto. La Mattina appena alzata, andai solerte a parlare con mia mamma della strana Visione della Donna che avevo visto nella notte, domandai se potesse essere la mia nonna salita tanti anni fa in Cielo, ma lei stranita dal racconto, mi disse che per come le avevo descritto la Donna della Visione, non poteva essere assolutamente la nonna. La sera stessa, mentre eravamo sempre occupati a controllare la febbre alla bimba, suonò il campanello della porta di casa, era una mia vicina che appena conoscevo, che mi disse che la mattina era stata da Mamma Lucia sul Gargano e messa a conoscenza della mia dolorosa situazione, mi aveva portato dei biscotti e del Pane di Casa Santa ed una foto di Mamma Lucia. Appena vidi la foto, il mio cuore sussultò, non credevo ai miei occhi, era la Donna che avevo visto nella notte, rivolsi lo sguardo a mia mamma dicendole che Lei era la Donna della Visione e raccontai il fatto a questa vicina. Subito lei piena di gioia mi disse che la settimana successiva, l’8 Luglio, c’era la partenza per una Santa Funzione a Casa Santa ed io senza pensarci su due volte, le chiesi subito di poter arrivare. In quella settimana di attesa per la partenza per Mamma Lucia, la febbre alla bambina per la prima volta, iniziando dalla stessa sera in cui parlammo con questa vicina di Mamma Lucia e della Meravigliosa Visione avuta nella notte, scomparve definitivamente. Arrivato il giorno della partenza, portai con me la bimba, ero tanta emozionata, il mio pensiero correva alla Visione vista, era proprio Lei, Mamma Lucia, era venuta a casa mia vicino alla bimba e mi aveva chiamata la sera stessa, tramite questa mia vicina: una cosa strabiliante. Ero sicura e fiduciosa che il Suo intervento Divino si stava già compiendo, dalle tenebre, la Mamma mi stava tirando fuori per portarmi nella Sua Santissima Luce di Dio. Arrivati a Casa Santa, la Dimora di Dio, fondata da Mamma Lucia sul Gargano per la salvezza dei figli, mi sentivo frastornata, ero in Paradiso, non potevo mai immaginare che potesse esserci un Luogo così Santo, pieno d’Amore e Carità di Dio su questa terra. Insieme alla mia capogruppo, andai vicino alla Santa Casetta delle Grazie dove la Mamma aveva ricevuto milioni di figli, mi inginocchiai ed in cuor mio le affidai la piccola dicendoLe di pensarci Lei. Non passò poco tempo che ad un tratto, la bimba che avevo appoggiato nel passeggino, inizio a parlare dicendo la parola Mamma, Mamma. Rimasi esterrefatta e scioccata, non aveva mai parlato. Profondamente commossa andai insieme alla capogruppo dalla Santa Sorella a riferirle l’accaduto, le raccontai della Visione e lei precedendomi, piena di gioia annuiva come se già sapesse tutto e mi disse che la Mamma già ci aveva pensato e che la bambina non aveva niente e che nel giro di qualche settimana la Mamma l’avrebbe fatta anche camminare. Tornai a casa piena di gioia immensa e mostrai ai miei familiari il Miracolo della Bambina che continuava a chiamare Mamma. L’ 8 Luglio sono stata da Mamma Lucia; il 14 Luglio, come accennatomi dalla Santa sorella, Mamma Lucia compie il Miracolo definitivo, la bambina ad un tratto si mantiene in piedi, si lascia ed inizia a camminare, come si vede nel video effettuato in quel Miracoloso momento e che allego alla documentazione, dove si vedono i primi passi della bambina che parla anche. A fine luglio veniamo chiamati dall’ospedale Salesi per i risultati delle analisi, la bambina viene nuovamente ricoverata e ricontrollata totalmente. Passati 2 giorni, la mattina in cui doveva essere dimessa, vediamo io e mio marito, riunirsi in una stanza un poco distante da quella dove stavamo noi con la bambina, tutta l’equipe medica con il primario e la dottoressa esperta di malattie rare genetiche che seguiva la bambina. Da lontano sento il cognome della bambina, il mio cuore inizia a battere forte e dico a mio marito di avvicinarsi per sentire quello che dicevano. Avevo paura che qualcosa di grave avessero scoperto e che avrebbero mandato, come da programma, la bambina di nuovo al Gaslini a Genova per effettuare la biopsia muscolare. Piangevo ed invocavo la Mamma, ma sapevo che aveva già compiuto il MIRACOLO, l’avevamo visto tutti sotto ai nostri occhi, ma la preoccupazione di quello che potessero dire quei medici riuniti lì per la bambina, mi assaliva. Ad un tratto vedo entrare tutta l’equipe medica nella stanza, io piangevo, il primario rivolgendosi a noi ci dice: “dobbiamo parlare”, io non riesco nemmeno a rispondere ed è mio marito che dice: “Ditemi dottore che cosa c’è di male?”, ed il primario: ” no! non c’è niente di male! possiamo dire che va tutto alla grande, non lo sappiamo se è stato un MIRACOLO o perché doveva andare tutto così, ma la bambina sta bene e non ha bisogno di cure, andiamo avanti così e teniamola sotto controllo”. Avevano trovato questi enormi miglioramenti inspiegabili, a tal punto da fare pronunciare dalla bocca dello stesso primario, la Santissima Parola “MIRACOLO” . Oggi la Bambina cammina, parla, gioca, è aumentata di molto il suo peso, è cresciuta in altezza di 20 centimetri, son cresciuti i capelli, le unghie e le sono spuntati tutti i dentini, riesco a vestirla come una bambina di 2 anni compiuti, laddove prima indossava vestitini neonatali e finalmente ho potuto metterle le prime scarpine. Grazie Mamma Lucia, hai fatto Risorgere questa Tua bambina, Sei Madre di Dio e delle Grazie impossibili, Sei Maria discesa dal Cielo in mezzo a figli decaduti. Ci soccorri, ci rialzi e ci fai Rinascere a Nuova Vita. Con eterna gratitudine, Tua per sempre, Dorena Tuso di Vallo della Lucania (Salerno).

ALLEGO VIDEO E CERTIFICATI MEDICI

Video del 14 Luglio, 6 giorni dopo essere stata da Mamma Lucia :

Video mese di Ottobre :

Testimonianza di Pasquale Tenaglia di Montenero di Bisaccia (Campobasso)

Io sottoscritto, Tenaglia Pasquale di Montenero di Bisaccia, voglio ringraziare la nostra Mamma Celestiale, Mamma Lucia, per la Grazia che mi ha donato. Il giorno 14 Novembre 2018 ero in campagna, dove ho una casetta ed un po’ di terreno e mentre ero intento a fare dei lavoretti nel campo, ho visto un grosso cinghiale che veniva velocemente verso di me con fare minaccioso. Ho avuto appena il tempo di percepire il pericolo che mi sono ritrovato a terra con la gamba destra che mi sanguinava per il morso dell’animale, che mi era saltato addosso e stava per azzannarmi al petto. Attanagliato dalla paura, sono comunque riuscito ad invocare l’aiuto di Mamma che immediatamente è venuta in mio soccorso. In quel preciso istante e successo qualcosa di straordinario, l’animale inferocito, con la bocca aperta a pochi centimetri dal mio petto, pronto per azzannarmi, ha avuto come un moto di repulsione e ritraendosi immediatamente, quasi arrabbiato per non aver potuto portare a termine ciò che era determinato a fare, se ne andato. Fratelli e sorelle questa è la Grandezza dell’Amore di Mamma per tutti i Suoi figli che con Fede invocano il Suo Nome. Io sono un esperto conoscitore del comportamento dei cinghiali e vi assicuro, se non vi fosse stato l’intervento di Mamma Lucia, quel cinghiale mi avrebbe ucciso e mai e poi mai mi avrebbe d’improvviso mollato. Tornato a casa, mi hanno accompagnato in ospedale per farmi curare la ferita alla gamba. Il dottore che mi ha curato mi ha detto che io sono stato Miracolato, in quanto, il morso dell’animale, per pochissimi millimetri non ha toccato l’aorta femorale che poteva procurarmi la morte per dissanguamento ed ha continuato, conoscendo anche lui i cinghiali, dicendomi che ho Qualcuno dall’Alto che mi protegge. Grazie Mamma che sempre ci Sei vicina, sempre ci sostieni e non fai mancare mai il Tuo Santo e Divino Pronto Soccorso. Grazie Dio Padre Misericordioso che hai lasciato che la Tua Sposa Maria, Mamma Lucia per l’umanità, camminasse in mezzo a noi per riportarci nei Tuoi Santi Passi, chiedendoci Conversione e Remissione del peccato e con un Santo Pentimento poter presentarci per un Santo Perdono alla Tua Santissima Presenza.

Testimonianza di Rosa Colangelo di Milano

Gentili lettori, in riferimento alla testimonianza del 4 febbraio 2018: (CLICCA SULL’INDIRIZZO SEGNATO IN GRASSETTO PER COLLEGARTI ALLA TESTIMONIANZA CITATA) ( https://www.figlidimammalucia.it/it/testimonianza-di-rosa-colangelo-di-milano/), io Colangelo Rosa di Milano, voglio rendere testimonianza della Grandezza di Mamma che oggi posso fare, grazie alla Grazia di essere ancora in vita.
Mamma mi ha fatto risolvere tutti i miei problemi che potevano essere letali.
Dopo la seconda laparoscopia, risolsi il problema delle perdite e quindi dagli esami (marcatori negativi) avrei dovuto riprendermi un po’ per affrontare un terzo ipotetico intervento, forse all’intestino. Invece la Sorella di Santità per Intercessione di Mamma, disse a mia figlia Cinzia che i dottori dovevano fare in fretta…… Mia figlia disse tutto al Chirurgo che già aveva visto le Grandezze della Mamma, (vedi sempre la testimonianza del 4 febbraio 2018:

https://www.figlidimammalucia.it/it/testimonianza-di-rosa-colangelo-di-milano/) e da persona umile e intelligente, rispose: ” se l’ha detto Mamma non si discute! “. Appena dopo tre settimane, ero subito in sala operatoria e l’equipe medica, illuminata da Mamma, durante l’intervento agì per tempo riscontrando un carcinoma scarsamente differenziato (G3). Mi ripulirono per bene e allo stesso tempo tutti i 54 linfonodi risultarono tutti negativi, pet negativa, tac con contrasto negativa. Mamma attraverso la Santa Sorella mi disse: “tolto il dolore, tolto tutto”. Difatti dovetti affrontare le 6 chemio di prevenzione dolorose. Oggi sono qui e devo dire: “ Mamma grazie per il regalone di Natale”. La nostra Mamma Celeste, mi ha dato un meraviglioso medico segnalandomi il nome che mi ha seguito passo passo, (perché per tante ragioni che solo Dio sa, siamo chiamati in modi diversi, anche attraverso la lettura delle nostre testimonianze). Mi ha fatto trovare degli splendidi professionisti che hanno agito con il cuore. Mamma è ovunque nel mondo e chiedo all’umanità, nella mia umile indegnità, di rivolgersi a Lei perché è il Pane Disceso dal Cielo per la nostra Salvezza. Grazie Mamma per questa immensa Grazia, grazie a tutti fratelli sorelle di tutta l’umanità (che seguono il Cammino di Mamma) di aver pregato per me, in unione con i Santi Fratelli e le Sante Sorelle di Casa Santa, Servi i Dio.

La Donna Vestita di Sole dell’Apocalisse, la Sposa di Dio citata nel Santo Vangelo, Pura e Immacolata, senza macchia, è la nostra Mamma Maria Lucia, la Luce del mondo.

La Parola di Dio è semplice, diretta non ha bisogno d’interpretazioni.

Mamma Ti chiedo di aiutare tutti, ma proprio tutti che soffrono negli ospedali.

Tanti Auguri Madre nostra Maria Vergine Santissima, tanti auguri ai nostri Santi Fratelli e Sorelle che con Amore di Dio ci seguono passo passo, tanti auguri all’umanità intera.

Articolo uscito sul giornale Web Nazionale “ITALIA-NEWS” del 09/12/2018

TESTO INTEGRALE :

Mamma Lucia, Maria Santissima scesa dal Cielo,

L’Immacolata Concezione, che porta Luce nei cuori dei figli.

Pace a tutti i figli dell’Immacolata Concezione, di tutta l’umanità intera da Lei Concepita, anche quest’anno, grazie alla Misericordia del Padre nostro Creatore, ci accingiamo a festeggiare, Glorificando, la Santissima ricorrenza dell’Immacolata Concezione, che anticipa le grandi feste della Luce, il 13 Dicembre, e le Sante feste Natalizie.

Maria Santissima, Luce e Verbo di Dio, per Amore dei figli che vivono questi dolorosissimi tempi: terrore, orrore e dolore; è scesa dal Cielo con tutta la Sua Infinità Misericordia e Pietà, per prendere fra le Sue Sante Braccia, i figli decaduti, per stringerli al Suo Immacolato Cuore e Ripartorirli alla Vita.

Il Suo Cuore Addolorato, infinitamente soffre per questa travagliata umanità che cieca, corre incontro alla sua distruzione.

Chi può raccoglierla e salvare il salvabile, rialzandola dalla sua totale decaduta, dal vortice della sua disperazione?

Chi può fermare il Braccio Potente dell’Altissimo che oltraggiato, vede la Sua Santa Creazione, il figlio Creato a Sua Immagine, continuamente ribellarsi al Suo Padre Creatore, disconoscendo la Verità e gozzovigliando nelle ipocrisie e falsità, nei peccati più scandalosi, rendendolo come bestie immonde?

Chi può anticipare i tempi per il ritorno del nostro Signore per mettere fine a tali brutture e sofferenze immani, guerre e distruzioni, odio e vendette, violenza inaudita, che si scaglia ancor più crudelmente sull’innocenza oltraggiata e scandalizzata?

Chi? Se non Colei, la Madre che l’ha Concepita nel Suo Immacolato Cuore. Le Sue Santissime Lacrime Benedette, scendono come lavacro per immergere i figli Suoi dispersi. Corre, corre affannosamente e continuamente in Soccorso, nonostante la crudeltà dei figli a Lei tanto cari, da non riposare notte e giorno per poterli salvare dalla loro morte eterna.

Quanto è Grande l’Amore del Padre e della Madre per i figli creati, non   vogliono perdere nessuno, il Loro tormento e non poterli più riabbracciare per l’eternità.

Così, il Padre, rimirando l’Amore del dolore di Maria per i figli, si è strappato il Suo Cuore, che è Maria Stessa, privandosene e facendoLa scendere su questa terra di abominio per cercare il figlio disperso nel buio del suo peccato, per strapparli dalle tenebre della morte eterna. Riportare il Suo gregge all’ovile, nella Luce di Dio, nel Cuore del Creatore, per l’Unione nella Gloria eterna, nel Nuovo Mondo, tra Padre, Madre e figli.

Corriamo verso la Luce che è scesa dal Cielo, ha lasciato il Suo Trono Celeste, il Suo Re, e si è fatta vedere ai nostri occhi peccatori, si è fatta chiamare Lucia proprio per illuminare la strada ai figli che brancolano ciechi nel buio della notte, ci ha portato tutto il Suo Immacolato Candore per purificarci e ripartorirci a Nuova Vita. Il Suo Cuore Immacolato ha strappato e continuamente strappa Grazie al Padre nostro Creatore che è felice di poterle concedere per amore della Mamma, Sposa Sua, e per i figli che attende notte e giorno che tornino alla Casa Paterna.

Rendiamo Gloria in Eterno ai nostri Creatori che non sanno più che fare per salvarci, ora tocca a noi mettere quel briciolo di Buona Volontà, riconoscere per tempo i Disegni di Dio che non sono quelli dell’uomo peccatore, dare il nostro “Si” al Sommo Bene e il nostro “no” alle falsità, agli scandali, agli abomini, a tutti i frutti di distruzione che abbiamo seminato e che inesorabilmente raccogliamo.

La Donna Vestita di Sole, è venuta a portarci Luce e Salvezza, a raccogliere il Suo Popolo, i figli della Luce, i figli di Buona Volontà, i figli dell’Immacolata Concezione, che insieme a Lei, distruggeranno la morte.

Con infinito Amore, tutti uniti nel Cuore Immacolato della Mamma, Lei ci salverà e la notte mai più scenderà.

Auguri a tutta l’umanità, sotto il Manto della Mamma del conforto.

I Figli di Mamma Lucia (www.figlidimammalucia.it)