Testimonianza di Vincenzo De Pilla di Venaria Reale (Torino)

Pace a tutti, sono Vincenzo De Pilla di Venaria Reale (Torino), non sono né scrittore né poeta, ma con la mia testimonianza posso gridare al mondo che la Mamma è Grandissima. Erano gli anni 80, facevo il capogruppo di Torino, quasi ogni mese scendevamo giù in Puglia dalla Mamma per essere ricevuti, capitò che in una delle date che dovevamo scendere dalla Mamma per una Santa Funzione importante, si erano prenotati tantissimi pellegrini da poter riempire due pullman. Io e la mia compagna sussultammo di gioia, eravamo felicissimi di poter portare tutti questi figli dalla Mamma, ma arrivati ad una settimana dalla partenza il numero di pellegrini, chi per salute, chi per impegni importanti o per motivi familiari, scese di colpo fino a rimanere un numero tale da riempire meno della metà di un pullman. Erano tempi per me un po’ particolari economicamente parlando, avevo due figli, una casa in affitto e tutte le spese che si affrontano per portar avanti una famiglia, la prospettiva di partire con un totale di persone che non mi permetteva di coprire le spese del pullman, mi preoccupava tanto. La notte si dormiva, non si dormiva, con la compagna si parlava di come poter sopperire alle spese mancanti, ma in cuor mio dicevo, come vuole il Signore tanto siamo sotto il Mantello della Mamma. Questa difficoltà la vivevamo nel silenzio tra me e la compagna, sicuri che la Mamma ci avrebbe dato la forza di poterla affrontare, non avevamo detto niente a nessuno, neanche a Casa Santa per non dare ulteriore preoccupazioni al Cuore addolorato della nostra Mamma, ricolmo di pene e dolori per noi peccatori. Al ché la sera prima che dovevamo partire, stavamo vicino alla tavola per cenare quando squilla il telefono, mi alzai e andai a rispondere, dall’altra parte del telefono era una Santa Sorella di Casa Santa che mi diceva: ” Pace fratello ti chiamo da Casa Santa, ha detto Mamma”, mi viene da piangere e mi vengono i brividi solo a ricordare, “ha detto Mamma, quando scendete e state nei pressi di Ancona, fermatevi e riempite il pullman”. Estasiato di quando stava accadendo, perché non avevamo detto niente alla Mamma, di colpo mi sentii immediatamente sollevato, non avevo più quella preoccupazione di sopperire alle spese mancanti e una grande gioia mi pervase nel poter arrivare con il pullman pieno di figli da portare al Cuore Immacolato della Mamma. Così il giorno dopo partimmo e arrivati ad Ancona, con grandissima sorpresa, non credevo ai miei occhi, trovammo in attesa un numerosissimo gruppo di pellegrini che riempì totalmente il pullman. Arrivati a Casa Santa, quando sono stato ricevuto dalla Mamma nella Casetta delle Grazie, prima che aprissi bocca, la Mamma mi ha detto: “ E allora? hai visto, tutte le tue preoccupazioni dove sono andate a finire?”, ed io commosso ho detto:” Mamma, ero sicuro che sarebbe successo qualcosa, ma non questo”, così la Mamma con il Suo dolce Sorriso Celestiale, mi ha baciato la fronte e accarezzandomi il viso mi ha detto:” Va’, vai tranquillo”. Che Immensità cari fratelli e sorelle del mondo, la Mamma conosce la profondità della nostra Anima, ogni nostra preoccupazione e difficoltà, sa tutto dei figli perché la nostra Anima è da Lei Concepita, tutto conosce la Mamma dei Suoi figli e nessuno lascia a bocca asciutta, a Lei dobbiamo ricorrere con fervido Amore, perché solo Lei può strappare Grazie e Miracoli per i figli Suoi, al Cuore dolcissimo del Padre nostro. Per tutta l’eternità sia Gloria a Te Mammina nostra, Tuo per sempre Vincenzo.

Testimonianza di Santina Olmi di Brescia

Pace fratelli e sorelle, sono Santina Olmi abito a Brescia e faccio parte del gruppo di preghiera di Milano, voglio condividere e farvi partecipi della Grazia ricevuta dal Padre e dalla Mamma il 29 settembre 2017. Non mi sentivo bene, ma non riuscivo a capire quale fosse la natura del malessere, la sera prima avevo accusato un forte mal di stomaco che passò nel giro di qualche ora. Il giorno seguente mi svegliai accusando gli stessi sintomi della sera precedente, durante la giornata lo stato di salute non migliorava, mi sentivo sempre più debole e stanca, andando in bagno ho avuto una forte emorragia e decisi di andare, immediatamente, al pronto soccorso; svenni, mi rianimai vomitando, venendo soccorsa dall’arrivo dell’ambulanza. Il dottore accorso fece tutto il possibile per stabilizzarmi durante l’emergenza, sentivo la sua voce che ripeteva queste parole: “E’ molto bassa, è bassa, è bassa”, io non capivo cosa volesse dire e venni trasferita agli Ospedali civili di Brescia in codice rosso, mi sentivo sempre più debole ero conscia di tornare dal Padre. Al mio compagno dissero che ero gravissima e speravano di arrivare in tempo per salvarmi, durante il tragitto in ambulanza, il medico per tenermi vigile mi rivolgeva continue domande che nel mio intimo mi provocavano molto fastidio, dentro di me sentivo solo un sentimento di Pace. Il mio compagno seguendo l’ambulanza chiamò Casa Santa, specificando la gravità del momento, la Santa Sorella rispose: “Stai tranquillo, la Mamma è già arrivata e tutta Casa Santa prega per lei”. Arrivando in ospedale, i dottori avevano approntato tutti gli esami strumentali, compresa la gastroscopia ed eventuali sacche ematiche per le trasfusioni necessarie a ripristinare il sangue perso nell’emorragia, ma il Padre e la Mamma erano vicini a me, l’emorragia si fermò e i valori vitali si stavano stabilizzando. Il responso della gastroscopia riscontrò la presenza di ernia jatale gastroduodenite microerosiva con diverse lacerazioni, nel giro di pochi giorni mi dimisero dall’ospedale senza effettuare alcuna trasfusione di sangue. Durante la degenza, la mia vicina di stanza disse di aver visto una Donna vestita di nero avvicinarsi al mio letto, quando me lo disse io non vidi nessuno e capii che Mamma era venuta a trovarmi, quella sorella era non vedente e ringraziavo il Padre che anche lei, aveva potuto vedere la nostra Mamma. Grazie Padre, grazie Mamma mi avete ridonato la vita, siete il Bene più prezioso, siete la mia vita. Grazie Mammina cara di star sempre vicino ai Tuoi figli e ringrazio la Dimora di Dio per l’incessante preghiera versata per l’umanità. Un bacione grande, grande, grande a Dio Padre e alla Mamma, Tua figlia Santina.

Maria Lamacchia di Matera

In Ricorrenza del giorno 08 – 06 – 2018, il Sacro Cuore di Gesù. Il nostro pensiero è rivolto al Sacro Cuore di Gesù, Gesù fa che i nostri cuori possano con gioia, Lodare e Glorificare il Tuo Sacro Cuore per questo Santo giorno. Fratelli e Sorelle di tutto il mondo intero, immergiamoci nella preghiera e nella contemplazione al Sacro Cuore di Gesù, Egli dimora nei nostri cuori e nei cuori di tutta l’umanità. Baci e Abbracci al Nostro Sacro Cuore di Gesù. Ti Ringraziamo Nostro Caro Padre Celeste, Ti Ringraziamo Nostra Cara Mamma Luce che Ci aprite ancora le Vostre Sante Braccia per il Grande giorno del 09 – 06 – 2018, ricorrenza del Cuore Immacolato di Maria. Fratelli e Sorelle di tutto il mondo, prepariamoci con il nostro Spirito e insieme ai Fratelli e Sorelle di Casa Santa possiamo Lodare, nella Nuova Gerusalemme, il Cuore Immacolato della Nostra Cara Mamma, la Stella che Brilla sul Gargano. Baci e Abbracci al Nostro Caro Padre Dio, al Cuore Immacolato della Nostra Cara Mamma la Rosa del Paradiso, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa, dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

————————————

Il giorno 10 -06 -2018 è Maria della Spiga D’oro . A tutti i Fratelli mietitori, alzate il vostro sguardo al Cielo, Rendiamo Grazie al Nostro Padre Creatore del Cielo e della terra che per la Sua Santa Clemenza, anche per quest’anno ci ha dato la Sua Santa Provvidenza, il Santo Pane, L’Alito di Dio, Ristoro dell’Anima e del corpo per tutta l’umanità. Fratelli e Sorelle di tutto il mondo intero, la Nostra Cara Mamma, la Bambina tanto Amata dal Cuore di Dio, andava insieme ai mietitori nei campi a spigolare le spighe del grano per fare la farina e fare il pane per portarlo ai poveri più poveri di Lei. Grazie Nostro Caro Padre Celeste di averci donato la Nostra Cara Mamma Luce sulla terra. Baci Abbracci al Nostro Caro Padre, alla Nostra Cara Mamma della Spiga D’oro, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa, dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

A richiesta di tutti i fedeli, l’Ave Maria di Casa Santa dell’Ora Santa a tutte le ore notte e giorno per tutte le sofferenze e dolori dell’umanità.

IMG_0327
AVE MARIA!
DIMORA DI DIO, FRUTTO DI GRAZIA DELL’ANIMA MIA,
NELL’ORA DEL MIO RITORNO, VIENIMI A PRENDERE, MADRE MIA!
SANTA MARIA,
MADRE DI DIO E MADRE MIA, SPOSA DEL SIGNORE,
TU CHE SEI PIENA DI GRAZIE, PREGA PER ME CHE SONO PECCATORA,
FINO ALL’ORA DEL MIO RITORNO
E COSI’ SIA.

Presentazione

 

Mamma Lucia la Stella che brilla sul Gargano e splende radiosa nei Cuori dei Figli di tutta l’umanità.

IMG_0327 Pace a tutti voi cari fratelli e sorelle di tutto il mondo, di tutte le religioni, di tutti i colori, di tutti i ceti, grandi e piccini, figli di Dio, siamo qui tutti uniti in un solo cuore per glorificare e rendere grazie al nostro Padre Celeste per il Dono immenso ed infinito che ha donato a questa umanità. Continua

Testimonianza di Teresa e Franco di Novara.

Pace a tutti fratelli e sorelle del mondo intero; sono Teresa del gruppo di preghiera di Novara e desidero ardentemente dare testimonianza della Grazia ricevuta dal mio compagno Franco, della grandezza di Mamma Lucia, Luce del mondo, e della Bontà e Misericordia del nostro buon Padre Dio che mai abbandonano i Loro figli, in particolar modo quando sono nel dolore, nella tristezza del cuore e nelle sofferenze del corpo.
Nel mese di settembre 2017, il mio compagno si è sottoposto a degli esami clinici, per potere prendere la decisione per un piccolo intervento..
Nel fare questi esami, si sono evidenziati dei valori abbastanza alterati, così ne sono stati prescritti altri, e tra questi la colonscopia.
Fratelli di tutto il mondo, dovete sapere che quando la nostra Mamma Celeste vuole darci dei Segni, si manifesta in svariati modi; ci fa sentire un paradisiaco profumo di rose e viole, inconfondibile con i profumi della terra; si fa vedere sotto forma di colomba o di farfalla, o semplicemente aprendoci il cuore alla Sua dolce Presenza.
Conoscevamo già la data della colonscopia; fiduciosi nel Santo intervento della nostra carissima Mamma Lucia; eravamo tranquilli in casa con il mio compagno, quando improvvisamente vedemmo volare per casa una farfalla molto grande; le porte e le finestre erano chiuse, e l’unica socchiusa, aveva la zanzariera abbassata; questo a dimostrazione che la nostra Santissima Mamma, quando vuole raggiungere i Suoi figli non ha bisogno di finestre e di porte aperte.
La farfalla si è posata sullo stipite della finestra tenendo le ali chiuse; solo quando ci siamo avvicinati ha aperto le ali e abbiamo potuto ammirare tutta la bellezza di quella creatura , con sfumature di colori che andavano dal marroncino al giallo e dall’arancio al bianco.
La nostra dolcissima Mamma era lì con noi e mi fece ricordare ciò che ogni volta mi ripeteva nella Casetta delle Grazie quando mi riceveva: “ IO SONO SEMPRE CON TE A CASA TUA”.
Ecco era pronta per accompagnarci al nostro appuntamento come nella canzone che sempre cantiamo :” UNA FARFALLA CI ACCOMPAGNA TUTTA PIENA DI SPLENDORE”.
Eseguito l’esame, hanno riscontrato un polipo non asportabile nello svolgimento dello stesso, perché troppo grande, e non conoscendo la natura, bisognava intervenire chirurgicamente al più presto.
Ci siamo subito affidati al pronto soccorso della Nostra Mamma che tutto può, se con amore e la preghiera a Lei ci affidiamo; consapevoli che sotto il Suo Santissimo Manto troviamo soccorso, riparo e ristoro per l’Anima e il corpo.
Abbiamo contattato un chirurgo, e vi assicuro che Mamma ha provveduto a tutto, seguendo i nostri desideri e aprendoci velocemente la strada in ogni necessità.
L’intervento è stato fissato per il giorno 25 settembre 2017; al mattino prima che il mio compagno entrasse in sala operatoria, abbiamo telefonato a Casa Santa per una preghiera e per affidarci nelle Sante Mani di Mamma.
L’operazione è andata tutto bene; dovevamo attendere l’esito dell’esame istologico.
Dopo due settimane, il 6 ottobre 2017, c’era la partenza per il Santo Pellegrinaggio nella Santa Dimora di Dio, e in concomitanza la visita di controllo con l’esito.
Mentre eravamo in attesa della visita è arrivata la telefonata del laboratorio, che tutto era andato bene e tutto era negativo.
La nostra gioia fu immensa, con fede e amore abbiamo ringraziato la nostra dolcissima Mamma che con il Suo infinito Amore, aveva riportato gioia e serenità nei nostri cuori.
Quello stesso giorno sono partita per il Santo pellegrinaggio; il mio compagno era ancora sofferente per affrontare il viaggio, varcati i Santi Cancelli, al Cospetto di Dio Padre e Dio Madre dal profondo del cuore ho ringraziato per aver concesso a questi due figli nella loro indegnità questa Santa Grazia, e per il meraviglioso Segno che mai dimenticheremo.
La preghiera è stata sempre il nostro conforto in quei giorni che separavano l’intervento dall’esito dell’esame, ma sempre con la consapevolezza che Mamma è il nostro medico dell’Anima e del corpo, se ci si affida con fede e amore.
Ringrazio di cuore tutti i fratelli e sorelle di Casa Santa, Dimora di Dio, dove la fiamma ardente della preghiera è sempre viva giorno e notte per tutta l’umanità.

Maria Lamacchia di Matera

Il giorno 31 – 05 – 2018 è la Visitazione di Maria Vergine a Santa Elisabetta. Alla Nostra Cara Mamma Bene di Dio, per questo Santo giorno, Soccorri con il Tuo Pronto Soccorso del Tuo Spirito Santo a tutte le creature di tutta la terra intera, nell’Anima e nel corpo. Mettili nel Santo Ristoro del Banchetto della Tua Preghiera. Ti Ringraziamo Nostro Caro Padre Celeste di averci donato la Nostra Dolcissima Mammina sulla terra, la Raccoglitrice di pene e dolori. Baci Abbracci al Nostro Caro Padre Celeste, alla Nostra Cara Mamma la Silenziosa del Gargano, a tutti i Fratelli e Sorelle di Casa Santa dai figli Vincenzo, Bruna, Maria Lamacchia di Matera.

Gabriele Sabbatini e famiglia di Treia (Macerata)

Pace a tutti fratelli e sorelle, in questa Santa Domenica di ricorrenza della Santissima Trinità, vogliamo portare i nostri più cari auguri al Padre nostro, al Figlio, nostro Signore Gesù, e alla nostra Mamma Luce di Spirito Santo.
Grazie per averci insegnato l’Amore nel Vostro Sacrificio: prima il Padre, parlando ai Profeti ma non ascoltato dai popoli, poi il Figlio camminando in mezzo ai popoli e crocifisso, poi la Mamma Luce di Spirito Santo in mezzo a noi miseri peccatori che abbiamo tutta consumata.
Questo Sacrificio della Santissima Trinità non sia vano, uniamoci tutti in una Catena d’Amore come la Mamma ci ha insegnato.
Un abbraccio ai fratelli e sorelle di Casa Santa.
Sabbatini Gabriele e famiglia.

Ilde Ciarlante da Isernia (Campobasso)

FESTA DELLA SANTISSIMA TRINITA’:
Da questo misero e sperduto angolo di terra dove il mio cuore palpita di vita grazie alla ONNIPOTENZA E IMMENSITA’ del VOSTRO AMORE, PADRE, FIGLIO E SPIRITO SANTO, innalzo la mia preghiera di ADORAZIONE, DI LODE E GLORIA, attraverso l’intercessione della MAMMA MERAVIGLIOSA,  DONO INFINITO DI MISERICORDIA per questa umanità. Nella mia indegnità di peccatora, TI PREGO MAMMA di purificare questa preghiera col CANDORE DEL TUO IMMACOLATO CUORE, portarla come un piccolo bouquet ai piedi del SANTO ALTARE CELESTE per Onorare e Osannare il NOSTRO SIGNORE, supplicandoGLI di infondere in tutti i cuori, in questo SANTO GIORNO, il SANTO PENTIMENTO per la RINASCITA SPIRITUALE CHE TANTO TU CI HAI CHIESTO DI FARE E TANTO TI E’ COSTATA, MA CHE ANCORA NON ABBIAMO COMPIUTO. Solo con il TUO SANTO AIUTO POTREMO FARCELA! MAMMA DELL’AMORE E DELLA CARITA’ DI DIO, perdonaci e salvaci ! INFIAMMA I CUORI DI TUTTA L’UMANITÀ’ CON LA TUA SANTA LUCE, CON L’ARDORE DEL TUO AMORE, PER RESISTERE AL MALE E TRIONFARE INSIEME A TE NEL GIORNO DELLA GLORIA DEL NOSTRO SIGNORE!
SIA GLORIA AL PADRE, AL FIGLIO E ALLO SPIRITO SANTO E COSI’ SIA!